In piedi e incatenato per tutto il giorno sotto il sole per riottenere il lavoro: la protesta finisce in ospedale

Luca Incarnato, l'unico lavoratore rimasto fuori dall'accordo sindacale scaturito dall'acquisizione da parte di Smat di Sicea, ormai 4 anni fa, questa mattina è tornato, per l'ennesima volta, a manifestare davanti al Comune di Torino
incarnato potere al popolo.jpg

Dopo quasi dieci ore in piedi sotto il sole si è sentito male e si è reso necessario l'intervento dei sanitari. Insomma, stavolta il sit-in di protesta è finito oltreché con l'amarezza di sempre, con un ricovero in ospedale. Luca Incarnato, l'unico lavoratore rimasto fuori dall'accordo sindacale scaturito dall'acquisizione da parte di Smat di Sicea, ormai 4 anni fa, questa mattina è tornato, per l'ennesima volta, ad incatenarsi davanti al Comune di Torino. La protesta clamorosa segue le recenti manifestazioni di fronte alla sede di Smat e le oltre 60 ore passate con le catene davanti al municipio torinese tra la primavera e l'estate scorsa. Come in quei casi Incarnato ha iniziato a protestare dalla mattina. Le ultime volte aveva resistitito in piedi sotto il sole per quasi due giorni, stavolta proprio le sue precarie condizioni di salute lo hanno fatto desistere prima ed un'ambulanza in questo momento (sono le 20 di lunedì 9 luglio) lo sta trasportando al Gradenigo. Le sue condizioni di salute, come chi ha seguito la vicenda saprà, sono anche all'origine della surreale vicenda per la quale alla fine è rimasto senza lavoro. Luca Incarnato faceva il letturista, poi un grave infortunio professionale non gli ha più consentito di assolvere a quella mansione. Così in Sicea era stato messo a fare l'impiegato ma quando è stata completata la fusione con Smat lui è stato inserito nella lista dei letturisti, che avrebbero salvato il posto in altre aziende satellite del colosso delle partecipate.Peccato che lui non potesse più farlo il letturista e così è rimasto senza lavoro e da oltre un anno non percepisce più alcun ammortizzatore sociale. Da un po' di tempo la battaglia dell'ex letturista, che ha un passato da sindacalista, consigliere comunale ed ancora un presente come attivista del Pd, ha ottenuto la solidarietà e l'appoggio di Rifondazione Comunista e di Potere al Popolo ed in passato anche il gruppo regionale dei 5 Stelle si era interessato al caso.

Tutti gli aggiornamenti sul caso ed il servizio completo nel giornale in edcola giovedì 12 luglio

In questo articolo: