Condividi contenuti

Fabrizio Bertot

Presentato ufficialmente il logo di Riparolium (nella foto), la lista che vedrà come capolista, candidato alla poltrona di sindaco, Martino Zucco Chinà, e come possibili consiglieri Fabrizio Bertot, Flavio Vacca, Doriano Paglia, Carmine Donnarumma e Aldo Raimondo. Confermati gli ex amministratori.

Dopo aver concordato con i politici del Canavese che occorre fare un distretto industriale facendo rete tra i Comuni in quello che era il mai decollato polo di stampaggio, con una buona dose di onestà intellettuale, alla fine dei lavori dei due giorni a Bruxelles dedicati agli amministratori del Nord Ovest (78 quelli presenti, di cui 15 canavesani) per illustrare loro le opportunità di finanziamento per i prossimi 7 anni di programmazione europea, l'europarlamentare nonché ex sindaco di Rivarolo, Fabrizio Bertot, scioglie la riserva e annuncia la volontà di continuare la sua avventura europea.

Fabrizio Bertot, europarlamentare da pochi mesi ed ex sindaco di Rivarolo, ha presentato oggi un’interrogazione alla Commissione europea sul monumento alle vittime della tragedia dell’Heysel, a rischio di abbattimento nell’ambito dei lavori per la costruzione del nuovo stadio nazionale, che dovrebbe sorgere nell’area dell’attuale parcheggio C dello Stade Roi Baudoin (ex-Heysel).

C’è chi dice che si voterà in autunno, chi invece profetizza le urne aperte nella prossima primavera, in ogni caso i rumors sono già partiti per scommettere chi saranno i candidati alla poltrona di primo cittadino di Rivarolo.

RIVAROLO - La prima dedica è stata alla mamma e al fratello Guido, entrambi scomparsi lo scorso anno: Fabrizio Bertot, l'ex sindaco di Rivarolo, la cui Ammisitrazione è stata sciolta nel maggio del 2012 per infiltrazioni mafiose, è stato proclamato ufficialmente deputato al Parlamento europeo, emiciclo presso cui si è già insediato, dopo le dimissioni dei deputati passati al Parlamento nazionale.

RIVAROLO - Le mette sulla burocrazia e sulla scaramanzia l'ex sindaco di Rivarolo Fabrizio Bertot, ma che abbia un piede dentro al Parlamento europeo è cosa sempre meno remota, anzi è sempre più probabile da quando chi lo precedeva in graduatoria, Gabriele Albertini e Mario Mauro (quest'ultimo oggi nella lista dei 10 saggi di Napolitano) hanno lasciato, dimissionari, il loro seggio in Parlamento europeo. Bertot, quattro anni fa, alle ultime elezioni europee del 2009, aveva sfiorato lo scranno europeo per una manciata di voti, raccogliendo oltre 19mila preferenze. Voti che però, almeno una parte naturalmente, erano poi finiti sotto la lente d’ingrandimento della magistratura nell’ambito dell’inchiesta Minotauro sulle infiltrazioni della ‘Ndrangheta

Pubblichiamo la lettera aperta del sindaco di Ciriè, Francesco Brizio, in merito alla sua apparizione in aula, ieri, lunedì 11 marzo, al processo Minotauro contro le infiltrazioni della criminalità organizzata nel Torinese. Come è ormai noto, Francesco Brizio, che non è mai stato indagato nell'ambito della succitata inchiesta, è stato interrogato dai pm (insieme ad altri esponenti politici come Fabrizio Bertot e Claudia Porchietto ed altri), in veste di testimone.

TORINO - "Incredulità" e fastidio da parte dei giudici stamattina In aula, durante l'ultima udienza del processo sulla 'Ndrangheta Minotauro: tra i testimoni erano chiamati a comparire il sindaco di Ciriè Francesco Brizio, del Pd e Fabrizio Bertot, del PdL, ex sindaco di Rivarolo.
L'irritazione dei magistrati, a condurre l'interrogatorio il procuratore capo Giancarlo Caselli, è stata motivata dai troppi «non ricordo» dei due politici (nessuno dei due indagati) e dal fatto che non conoscessero l'identità di alcuni personaggi affiliati alla criminalità organizzata calabrese con i quali hanno avuto in qualche modo a che fare durante le elezioni finite nel mirino dell'inchiesta.

La commissione straordinaria e i funzionari del Comune prendono le distanze dalle polemiche di questi giorni legate alla rotonda in fase di completamento sorta nell’incrocio fra via Valle, via Merlo, via Piave e via Gallo Pecca.