Condividi contenuti

Il Nuovo

Le “Person dij Partigian”, i luoghi della memoria resistenziale recuperati in forma espositiva, su idea del partigiano Giuseppe “Lothar” Brunetta, presso l’edificio scolastico di via Bo, si arricchiscono, a poco più di un anno dall’inaugurazione, di nuovi importanti ricordi, che danno un volto e un nome ai partigiani detenuti negli scantinati dell’edificio.

Alla scadenza del quinquennio amministrativo il sindaco Giuseppe Drò ha redatto un bilancio del mandato, pubblicato sul sito del Comune, assieme all’elenco dei principali provvedimenti e opere portati a termine.

Nell’agenda del nuovo Governo c’è anche la cancellazione dell’Imu sulla prima casa.

A distanza di alcune settimane dalla decisione del Tar di sospendere le elezioni amministrative per il nuovo Comune, la sensazione è che i mappanesi, almeno la parte più attiva e sensibile alla causa dell’autonomia municipale, stiano facendo fatica a rialzarsi da questo ennesimo ed inaspettato contraccolpo.

Nel corso dell’ultimo Consiglio comunale è stato approvato il bilancio di rendicontazione per il 2012, e nella stessa occasione è stato sottoposto al voto anche il nuovo regolamento per la Tares, la tassa sui rifiuti e sui servizi.

Doveva essere l’ultimo atto, la scena finale di una vicenda partita in sordina e poi esplosa su tutto il territorio in un crescendo di tensioni e in un accavallarsi di posizioni tra il politico e l’opportunistico, fino a divenire un caso nazionale.

Per tutto il 2013, i residenti del centro storico potranno lasciare in sosta la propria auto anche in superficie, ovvero in via Roma e piazza Castello, non solo nelle strutture interrate di via Andrea D’Oria e quella appena inaugurata nel cuore della città.