Condividi contenuti

Paolo Berger

Un primo risultato, dopo la dura presa di posizione, il vicesindaco Paolo Berger (foto), l’ha ottenuto.

È scontro tra il Movimento 5 stelle e l’Amministrazione comunale.

«Il tempo delle prese in giro è finito, da sei mesi abbiamo chiesto un incontro con l’assessore regionale Paolo Monferino. Non ci ha degnato di una risposta». Così, lunedì mattina, il vicesindaco Paolo Berger, ha aperto la conferenza stampa convocata per sottolineare «decisioni non accettabili», in merito ad alcune scelte che sarebbero state ventilate da Asl To3 e Regione.

Incontro pubblicoIl comitato di quartiere Gallo Praile ha indetto giovedì 19 luglio, alle 18, nel salone della parrocchia di via Pretegiani 22, un’assemblea pubblica di confronto con l’Amministrazione.

È stato presentato giovedì 5 luglio, al centro Iqbal Masih, il progetto “Associazioni in Festa”, davanti ad una ricca platea di cittadini venariesi e rappresentanti della politica, tra cui il vicesindaco Paolo Berger, l’assessore alla Cultura Fosca Gennari e il consigliere provinciale Salvino Ippolito.

Andrà a dibattimento la vicenda giudiziaria che vede coinvolto il vicesindaco (con deleghe a Educazione ed Associazionismo) Paolo Berger, denunciato dalla dirigente del settore Welfare e Attività Produttive, Federica Deyme, per ingiurie e diffamazione.

Doveva essere la serata delle spiegazioni, della volontà di ricreare un buon rapporto, magari costruttivo, tra Amministrazione comunale e comitati di quartiere.

Si continua a discutere in città sull’attuazione della legge che impone la nascita degli istituti comprensivi, ovvero dell’accorpamento in un unico organismo di tutte le scuole che vanno dagli asili alle medie.