Ciriè dedica il mese di marzo alle donne

Si parte il 23 febbraio col ciclo “Violenza contro le donne: Uscire dal silenzio” dedicato ad affrontare il problema della violenza di genere
panchina dipinta.JPG

Marzo: Ciriè dedica il mese alle donne. Si parte il 23 febbraio col ciclo “Violenza contro le donne: Uscire dal silenzio” dedicato ad affrontare il problema della violenza di genere: alle 21 in salone consiliare si terrà l’incontro “Da uomo a uomo: prevenire la violenza contro le donne partendo dal maschile”, curato dall’associazione Il Cerchio degli Uomini di Torino nata a Torino nel 2004 da un gruppo che s’incontrava sin dal 1998 per condividere esperienze, vissuti ed emozioni su tematiche inerenti la questione maschile. Durante la serata sarà proiettato il video “Quando gli uomini si parlano”; seguiranno dibattito e interventi di specialisti. In salone consiliare anche gli altri due appuntamenti: venerdì 16 marzo l’Associazione Artemuda di Torino proporrà “Storia di bimba”, tratto dal libro “Storie sui fili” di Carla Baroncelli con, a seguire, interventi a cura della dottoressa Rossana Bazzano dell’ASL TO4 e referente dell’Equipe Gyne contro la violenza di genere e dell’avvocato Matilde Chiadò, dell’Associazione Avvocati Ciriacesi; venerdì 20 aprile serata dedicata in particolare ai ragazzi e alle ragazze ciriacesi, dal titolo “Violenza contro le donne: ripartire dai giovani” a cura del Centro Studi del Pensiero Femminile di Torino. «Obiettivo del percorso – spiega la consigliera con delega alle Pari Opportunità Domenica Calza - affrontare la violenza di genere da diversi punti di vista, per prevenirla e combatterla attraverso la conoscenza, le indicazioni pratiche e una progressiva evoluzione culturale». La “Corghi” propone il ciclo “Ladies”, con tre martedì di cinema, a partire dal 6 marzo alle 21 con “Il diritto di contare”, storia di tre donne che, in un’America immersa nella discriminazione razziale, volevano cambiare la vita e invece hanno cambiato la storia. Il 13 marzo sarà proiettato “Pina” di Wenders, un documentario del 2011, tributo alla celebre coreografa tedesca Pina Bausch; martedì 20 marzo conclusione con “8 donne e un mistero” di Francois Ozon. Sempre con l’obiettivo di contrastare la violenza di genere, alla “Corghi” è in fase di allestimento una sezione dedicata alla tematica. L’8 marzo Cirié renderà omaggio a tutte le donne - ma anche gli uomini saranno i benvenuti, a questo e agli altri eventi - con una serata in salone consiliare in cui si ricorderanno celebri figure di donne ciriacesi, sulla scia di un’iniziativa dell’anno scorso, un filo conduttore cui l’Amministrazione intende dare seguito. Tutti gli eventi sono a ingresso libero e gratuito.

In questo articolo: