Si uccide lanciandosi dal terzo piano dell'ospedale

pronto0 soccorso.jpg

Si è tolto la vita gettandosi dal terzo piano dell’ospedale di Cirié. Un uomo di 64 anni, residente a San Maurizio Canavese, ricoverato nel reparto di cardiologia, si è lanciato nel vuoto da una finestra della struttura sanitaria. Questa mattina il corpo è stato ritrovato dai sanitari nel prato interno della struttura. Non sono serviti a nulla i tentativi di rianimarlo. All'origine del gesto ci sarebbe un grave stato di depressione. A intervenire sul posto per i rilievi i carabinieri della tenenza di Cirié che hanno avviato le indagini. Nel frattempo la Procura di Ivrea ha aperto un fascicolo disponendo l’autopsia sul corpo del suicida.

Sempre all’ospedale di Cirié, si verificò un episodio simile nel 2002. Un 40enne di Caselle, ricoverato nel reparto di psichiatria, si gettò da una finestra. Per il decesso fu condannata, nel 2008, l’équipe medica.

In questo articolo: