Condividi contenuti

Leinì

Secondo i carabinieri che li hanno arrestati spacciavano stupefacente e a tradirli e stata la “scia” lasciata dai loro stessi affari, ovvero il forte odore di erba che si diffondeva da qualche tempo in tutto il condominio.

I carabinieri del Nucleo Investigativo, in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Venaria, hanno arrestato tre persone responsabili di decine furti e spaccate a negozi nonché scippi ai danni di donne anziane

L'annnuncio sul sito lascia spazio a pochi dubbi: «Leini vicino Setimo Torinese e Caselle Torinese. Arrivato 3 bellissime, poche parole, viene e non te ne pentirai di sicuro. Mulatina piccante e disponibilissima....».

Ieri sera, a Leini, in via Balbo, i carabinieri della stazione, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e vigilanza sul commercio e detenzione illecita artifici pirotecnici, hanno denunciato un magazziniere italiano di 42 anni, per fabbricazione e commercio abusivi di materiale esplodente e omessa denuncia di materie esplodenti.

Aveva scambiato la madre, la zia e la nonna materna per dei bancomat. E, per farsi consegnare i soldi le minacciava pesantemente, pure di morte. Remigio Bruno, 34enne, disoccupato è stato arrestato dai carabinieri di Leinì, proprio mentre minacciava di morte la zia perché voleva subito 1000 euro.

Durante un normale controllo su strada i carabinieri hanno fermato a Leinì un autocarro Mercedes con targa polacca con a bordo un muratore ucraino di 39 anni e un operaio romeno di 32 anni

Hanno scavalcavato, di notte, la recinzione della Fercam spa, a Leinì, e quindi rubato una settantina di bancali di legno.

Spacciava a minorenni dosi di marijuana nel parchetto di piazza 1° Maggio a Leinì. Un ventenne leinicese,V.M., è stato fermato dai carabinieri della locale stazione e successivamente denunciato. Durante la perquisizione, prima personale sul posto, e successivamente in casa del giovane, i carabinieri hanno rinvenuto, e sequestrato, cento grammi di marijuana.

Un altro "discount" di merce rubata scoperto dai carabinieri: i militari di Leini hanno arrestato Gheorghe R., romeno di 43 anni, meccanico, collocato ai domiciliari, e hanno denunciato un complice, un altro cittadino romeno di 44 anni, per ricettazione.