Condividi contenuti

Robassomero

Ennesimo incidente sulla mandria

Da una prima ricostruzione dei carabinieri di Fiano, Solini lunedì sera avrebbe raggiunto Robassomero in pullman insieme ad un gruppo di amici, ma non sarebbe più tornato a casa con loro

I carabinieri della stazione di Fiano, per un mese, hanno condotto un'attività investigativa dedicata a contrastare il fenomeno della prostituzione nella zona industriale di Robassomero

Resteranno a casa fino a lunedì i 180 alunni della scuola elementare «Gramsci» di Robassomero che, oggi, giovedì 19 gennaio, si è allagata a causa di un guasto alla rete idrica. Dal primo piano l'acqua si è infiltrata ai livelli più bassi rendendo inagibile la struttura che è già stata ripulita dai dipendenti comunali, da alcuni volontari e da dei membri del gruppo di protezione civile «Base Sierra».

Quella foto che la ritraeva scolaretta a recitare una poesia dinnanzi ad un federale, autorità fascista dell'epoca, era sparita quasi subito dopo la guerra

Una quarantina di addetti delle aziende Abac, Ruspe e Fini Nuair, ubicate nella zona industriale di Robassomero hanno deciso di effettuare un presidio sulla provinciale.

Lotta e prevenzione all'inquinamento, ma non solo sulla carta delle belle intenzioni, bensì con un'azione concreta messa in atto di concerto tra il Comune di Robassomero e l'Arpa (agenzia regionale protezione ambientale) che ancora una volta si basa sul volontariato della gente di buona volonta. nello specifico si tratta di contare su 9 sentinelle (ovvero cittadini volontari) che settimanalmente conducono rilevazioni che vengono prontamente segnalate all'agenzia ambientale della Regione.

«Obiettivo dell’Eni è quello di concentrare le sue attività solo su esplorazione ed estrazione di gas e petrolio, riducendo a questa attività, peraltro sostanzialmente svolta fuori dall’Italia, un modello che è storicamente fondato sull’insieme della filiera, dalla esplorazione alla vendita di idrocarburi» - spiegano i rappresentanti sindacali dell'azienda di Robassomero, facendo riferimento al comunicato stampa di Cgil, Cisl e Uil.