Condividi contenuti

Mezzenile

VALLI — Le Valli iniziano a pensare gli appuntamenti estivi, ma quest’anno dovranno fare i conti con un servizio in meno: l’agenzia zonale Siae di Lanzo.
La chiusura avvenuta il 21 gennaio ha destato grande preoccupazione fra le Pro loco e le associazioni locali, ma ora il disagio si concretizza con viaggi lunghi e attese agli sportelli.
Un ufficio di fondamentale importanza per i responsabili organizzativi delle associazioni dei paesi, punto di riferimento per poter organizzare qualsiasi manifestazione e festa pubblica.

Domenica 27 gennaio il gruppo folcroristico “Gli Scoiattoli” di Mezzenile è venuto alla Casa di riposo San Giuseppe per intrattenere con i loro balli.

S’è concluso giovedì 19 luglio, il memorial Donald Rossi, giunto alla sua sedicesima edizione.

Tre giorni di festa per celebrare in un sol colpo tante ricorrenze.

Tutte aperte, a dispetto delle previsioni meteo, che per lo scorso fine settimana annunciavano nubifragi, le cappottine in tela delle circa ottanta Fiat 500 che si sono date appuntamento a Mezzenile, domenica primo luglio, chiamate a raccolta da Carlo Martone, fiduciario della sezione Valli di Lanzo del club patrocinante di questa manifestazione, ovvero il Fiat 500 Club Italia, fondato a Garlenda nel 1984 e federato all’associazione Auto Storiche Italiane.

Penne Nere pugnettesi in festa, domenica 8 luglio, nella splendida cornice della frazione mezzenilese e con un inatteso ospite d’onore, a dare ultriore lustro alla manifestazione.

Una serata diversa dal solito, quella di sabato 30 giugno, al nuovissimo Pala San Rocco, il complesso realizzato in successivi interventi suddivisi nel tempo, negli scorsi anni, sulla nuova area mercatale, trasformata in zona coperta per emergenze di protezione civile e occasionalmente adibita a area feste.

Vetrina di prestigio, per Mezzenile, per la Pro loco, per i chiodaioli, ma anche per tutto il territorio delle Valli di Lanzo.

Conosciamo ormai molto delle Valli di Lanzo, della loro storia e dell’ambiente che le caratterizza, ma ignoriamo, perlopiù, quanto vi è nascosto nel sottosuolo.