Condividi contenuti

Rivarossa

Bruno Decostanzi, classe 1948, mentre faceva dei lavori di giardinaggio in una villetta di Rivarossa, in via Don Cavoretto, ha perso l'equilibrio e si è infilzato con le lance della cancellata. Gravissima l'emorragie che lo ha colpito. L'uomo è andato in arresto cardiaco ed è morto nonostante i tentativi di rianimarlo da parte dell'équipe medica del 118.

Un sedicenne di Rivarossa è ricoverato al Cto per un trauma cranico. Il ragazzo, oggi pomeriggio, stava giocando a calcetto con degli amici, quando, durante un contrasto con un altro atleta, è stato colpito in testa da una scarpata di un avversario. Subito Pietro T. ha assorbito la botta. Non sembrava nulla di preoccupante. Si è portato le mani alla testa, era cosciente. Poi, improvvisamente, si è intorpidito ed ha perso i sensi sul campo di calcetto che si affaccia sulle rive del torrente Malone. Gli amici che erano con lui hanno immediatamente dato l’allarme.

C’è un nome a Rivarossa che è sinonimo di generosità e riconoscenza.

I carabinieri considerano la rapina quantomeno “strana”.

Tempo di sfilate e di feste carnevalesche.

Anche a Rivarossa è possibile firmare per indire un referendum volto a tagliare gli stipendi d’oro dei parlamentari.

La sezione Fidas di Lombardore - Rivarossa ha celebrato, domenica scorsa, i suoi primi trent’anni di attività sul territorio.

Il Comune scommette sulle telecomunicazioni e sulla tecnologia.

Lontani centinaia di chilometri ma vicini nel cuore: sono i cittadini di Borghetto di Vara ai quali giungerà l’ottima raccolta fondi promossa dalla Protezione Civile comunale di Rivarossa.