Condividi contenuti

Rocca

La protezione civile sempre al fianco di chi ha bisogno.

— Ritorna, oggi, 1º maggio, Dal fiore al miele, la sagra dedicata a salute e benessere naturale organizzata dalla Pro loco.

Quando nacque il loro amore, all’inizio degli Anni Settanta, durante un soggiorno tra le Dolomiti, dovettero nascondersi. Gli incontri di tanto in tanto, in qualche città del Nord Italia, le lettere, gli appuntamenti telefonici «a cui non abbiamo mai mancato, nemmeno una volta». Nascondersi, sì. «All’epoca, e in fondo anche oggi, era uno scandalo che due disabili potessero innamorarsi» dice Giancarlo Ferrari. E aggiunge: «Invece amore e disabilità possono convivere. Siamo persone come tutte le altre, con gli stessi diritti, incluso l’amore». Da quarant’anni è sposato con Marisa Bettassa, con cui nel 1996 ha fondato l’associazione Volare alto, che da’ sostegno alle famiglie in difficoltà. Entrambi hanno gravi problemi di mobilità. Giancarlo cammina a fatica mentre Marisa è costretta su una sedia a rotelle. Non può muovere né i piedi né le braccia. Eppure, la loro è sempre stata una vota normale. Hanno studiato, si sono laureati e innamorati. «Cercavo una persona su cui riversare il mio amore e con cui condividere il futuro. Fino a quel momento non avevo incontrato nessuno di interessante - spiega Marisa -. Poi, è arrivato Giancarlo». Un giovanotto dai capelli neri e gli occhi azzurri, allegro, con la passione per la musica e per i viaggi. Ai tempi lui era fidanzato con un’altra. Ma finì subito: «La dolcezza della mia futura moglie mi colpì e lasciai l’altra», spiega. Al matrimonio, a Rimini, nel 1978, arrivarono 350 invitati da tutta Italia. La coppia visse nella cittadina romagnola fino al 1996. Poi, il trasferimento a Rocca, paese dei genitori di Marisa e la nascita di Volare Alto: Incontri, gite, mille iniziative. L’ultima: l’acquisto di una jeolette, una carrozzina speciale per accompagnare i disabili sui sentieri di montagna. «Volare Alto è la nostra creatura - raccontano - Ogni famiglia che conosciamo è come un figlio da crescere e a cui insegnare a volare da solo. Un po’ come è stato per noi».Certo, anche nelle coppie più salde c’è sempre qualcosa dell’altro che uno proprio non sopporta. «Odio quando si sovrappone mentre sto parlando», dice Giancarlo, «Io detesto che prenda accordi con amici senza dicendomelo solo a cose fatte» ribatte Marisa. Ma oggi è San Valentino e ancora una volta lo festeggeranno insieme.

Trent’anni. È passato tutto questo tempo da quando un commando di terroristi ammazzò, in località Remondato, il vice brigadiere dei carabinieri Benito Atzei. Nel conflitto a fuoco restò ferito e, si salvò per miracolo, anche il carabiniere ausiliario Giovanni Bertello, raggiunto da dei proiettili alla mano e ad una coscia.

I lavori per l’ampliamento di strada del Cimitero termineranno probabilmente dopo le ferie estive.

Lino Bettas, 74 anni, ha passato la vita con la sua moto Della Ferrera.

Scorrono i titoli di coda sulla Grabe, l’azienda di via Barbania specializzata in lavorazioni meccaniche.

Non volevano farsi trovare impreparati “come tutti gli anni” e così è tutto pronto da almeno una settimana per l’undicesima edizione di Rocka and Roll.

Durante il Consiglio comunale di martedì 26 giugno sono state comunicate ufficialmente le aliquote Imu.