Condividi contenuti

Valperga

Sono le tre famiglie evacuate a Valperga a seguito del crollo del campanile di una chiesa sconsacrata in via Martiri avvenuto questa notte, venerdì 9 ottobre, alle 3.48 quando un fulmine ha scaricato tutta la sua potenza sulla vecchia torre del 1749.

Sono gravi le condizioni di vita di Marisa Vallero, 83 anni, la donna di Valperga che, ieri mattina, intorno alle 11, si è ustionata all'interno della propria abitazione, in via Volta, nel tentativo di accendere il fornello e farsi un caffè.

Anche Pietro Cinotto si è arreso. Il suo secondo assalto alla “Dakar”, diversamente dal primo lo scorso anno, non è andato a buon fine e la bandiera a scacchi di Valparaiso, prevista per il giorno 18 rimarrà una chimera.

E' stata un disastro la quarta tappa della “Dakar” per la famiglia Cinotto, padre e figlio di Valperga impegnati con due vetture nella famosa gara motoristica. Michele si è ritirato a causa della rottura del motore della sua Toyota, dopo appena 110 chilometri di gara.

Il due giugno a Valperga è sempre stato segnato dalla commemorazione di un personaggio che molti valperghesi ricorderanno, un giovane pilota delle “Frecce Tricolori” che morì nei cieli di Roma nel lontano 1973.

Le piogge intense che si sono abbattute sul Canavese, la scorsa settimana, hanno consentito al Comune di Valperga di testare e fare un bilancio dei primi lavori completati per la realizzazione del canale scolmatore, che a detta del primo cittadino, Davide Brunasso, ha sostenuto la grande portata di acqua senza creare disagi alla popolazione.

I carabinieri considerano la rapina quantomeno “strana”.

Fioccano le polemiche nel Comune di Valperga.