Centrale: ora anche il rumore

Forti lamentele sono state raccolte dal presidente della commissione straordinaria Massimo Marchesiello, nei giorni scorsi, provenienti da numerosi residenti di Rivarolo, proprio coloro che abitano vicino alla centrale a biomasse nell’ex Vallesusa.

Cittadini, quindi, sul piede di guerra; a molestare il loro sonno sarebbero i rumori provenienti dall’impianto: insomma per la controversa centrale non c’è pace. Ora ci si mette, dunque, l’inquinamento acustico, soprattutto nelle ore notturne: «I cittadini erano piuttosto infastiditi dal rumore che l’impianto emetterebbe, ovviamente di giorno questo rumore è avvertito in modo lieve, a causa della concomitanza di suoni, la città è del tutto attiva in quelle ore, mentre di notte, con il silenzio si avverte in modo più forte e fino a notte fonda, capisco che questo possa essere causa di disagio per chi abita lì vicino». Ma il rumore sarebbe avvertito non solo da chi vive di fronte alla centrale, ma anche in corso Italia: «Abbiamo richiesto all’Arpa un sopralluogo, nelle ore notturne, affinché vengano rilevati i rumori - prosegue Marchesiello - ci sono dei limiti e dobbiamo sapere se vengono superati o meno. L’Arpa dovrà accertarlo dall’interno delle abitazioni». In base a queste auspicate verifiche analisi, potrebbero poi essere emessi i provvedimento del caso: «Intanto, con la collaborazione della Provincia, stiamo continuando a sollecitare l’Arpa affinché vengano resi noti i dati sulle emissioni dei fumi, che è giusto vengano mostrati, soprattutto ora che la centrale è entrata definitivamente a regime con la sua attività», conclude il commissario straordinario.


In questo articolo: