Opere e disboscamenti abusivi: sequestrato dai carabinieri forestali il "cantiere nel bosco"

Denunciato alla Procura della Repubblica di Torino, B.M. residente a Pianezza
bosco disboscato val della torre gf.jpg
Il "cantiere" sequestrato dai carabinieri forestali

I Carabinieri Forestali di Collegno, impegnati in una costante ed attenta azione di monitoraggio del territorio finalizzata alla prevenzione degli incendi boschivi e dei principali reati in danno dell’ambiente, a seguito di specifici accertamenti e rilievi in aree boscate, hanno individuato, e posto
sotto sequestro, un bosco d’alto fusto di latifoglie di circa 2400 mq. Nell’area in questione, ubicata in zona Moschette del Comune di Val della Torre, tutta la vegetazione è stata asportata rimuovendo anche le ceppaie in assenza di autorizzazioni paesaggistica e urbanistica con l’intenzione, da parte del proprietario, di cambiare la destinazione d’uso del suolo, attualmente boscato.
I militari intervenuti, oltre al sequestro dell’intero cantiere forestale, hanno posto i sigilli sull’escavatore e su un macchinario utilizzati per i lavori forestali di estirpazione e taglio e denunciato alla Procura della Repubblica di Torino, B.M. residente a Pianezza, proprietario del bosco ed esecutore delle opere abusive, per violazione alle norme sui beni paesaggistici e al testo unico in materia edilizia.

In questo articolo: