Aspirante suicida salvato dai carabinieri nell'auto satura di gas

Un uomo di 44 anni di Torino separato, si era chiuso in auto dove aveva collocato al suo fianco una bombola di gas per portare a termine il suo intento
Carabinieri_repertorio.jpg
Provvidenziale l'intervento dei militari della Compagnia di Venaria

L'abitacolo dell'utilitaria dove aveva scelto di morire era già saturo di gas quando i carabinieri sono intervenuti, salvandogli provvidenzialmente la vita. E' accaduto l'altra sera intorno alle 22,30 a Venaria, in corso Alessandria. L'aspirante suicida, un uomo di 44 anni di Torino separato, si era chiuso in auto dove aveva collocato al suo fianco una bombola di gas per portare a termine il suo intento in una zona poco illuminata ma per fortuna è stato notato lo stesso da alcuni residenti della zona che non hanno esitato a comporre il 112.
L'uomo, che secondo i primi accertamenti dei carabinieri della compagnia di Venaria, soffrirebbe di sindromi depressive e quando è stato soccorso aveva già perso i sensi: portato al Maria Vittoria dopo i primi interventi dei sanitari del 118 sul posto, non sarebbe in pericolo di vita.

In questo articolo: