G7, pronto il piano per l’emergenza sanitaria

L’assessore Saitta ha illustrato all’aula regionale il potenziamento straordinario dei servizi e dei presidi
VENARIA VIA CAVALLO STRADA PER LA REGGIA E LE VALLI DI LANZO BLOCCATA-3.jpg

Un potenziamento straordinario dei servizi di emergenza e maxiemergenza 118, dei presidi ospedalieri e del servizio di continuità assistenziale della città di Torino: queste alcune delle misure previste in occasione del summit del G7 che si terrà a Venaria dal 24 al 30 settembre.

Ad annunciarlo l’assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta, nell’aula del Consiglio regionale, in risposta a un’interrogazione a risposta immediata del consigliere Alfredo Monaco (Rete civica).

Il piano sanitario integrato che è stato predisposto prevede in primo luogo l’istituzione di punti di emergenza specifici che saranno attivati in corrispondenza degli eventi previsti dal summit. Sono inoltre in corso le procedure di attivazione di un'area di elisoccorso a Venaria.

Intanto lo stesso prefetto, non più tardi di questa mattina ha annunciato che non cisarà alcuna "zona rossa", ovvero nessuna area della città vietata : la sicurezza per il G7 che porterà alla Reggia di Venaria sarà garantita - questa è l'intenzione di questura e prefettura - senza stravolgere la vita della Reale anche se le attività commerciali che vivono sul turismo subiranno delle perdite per la chiusura di due settimane del polo museale.

In questo articolo: