Grande successo per "La nobile arte del modellismo a Venaria Reale"

Aereo costruito dal bambino.JPG

Grande successo per la mostra “La nobile arte del modellismo a Venaria Reale”, ospitata nel mese di dicembre nella sala espositiva comunale di via Mensa 34, a Venaria Reale. La vasta esposizione di modelli statici, dinamici e diorami - tutti realizzati dai soci del Club 296 Model - ha dato il via ad una interessante visita tra aerei, carri armati, vascelli, auto e tantissime altre curiosità.
Il taglio del nastro è stato eseguito dal presidente del Consiglio comunale, Andrea Accorsi, che ha aperto le porte alla passione e all’arte dei modellisti, sostenuti da un folto pubblico di visitatori. “I modellisti del Club 296 Model sono una bella realtà venariese: anche in questa mostra si riscontra un grande impegno determinato da autentica passione", ha detto Accorsi. I soci amano definire il modellismo “un’arte che ti fa sentire un artista”, e con questo spirito artistico e determinato, ogni socio o aspirante modellista s’immerge nello studio e nella ricerca di nuovi modelli, da realizzare e da esporre con orgoglio il proprio operato. Il primo impatto della visita è stato con un plastico in scala 1:160, denominato “Fermata di... tutti treni del mondo passano da qui!”. Un trenino che transitava di continuo, senza alcun tipo di riferimento, di luogo o di tempo, per dare libero sfogo alla fantasia del visitatore, una realizzazione di Giuliano Spagnol. Il visitatore è stato affascinato e incuriosito da circa cento modelli che hanno costituiscono la meravigliosa mostra, e molta attenzione l’ha suscitato “L’antico complesso parrocchiale di Usseglio”, un diorama in scala 1:40 realizzato dal socio Giuseppe Visone. Un complesso di edifici costruiti a partire dai secoli XI e XII fino al secolo XVIII e disposti attorno ad una corte centrale. “Questo modello mi ha impegnato per quasi un anno di lavoro, ogni piccola parte del diorama è stato ricostruito esattamente come nella realtà, i tetti in finta losa, le porte e le finestre rifinite con decori, le mura di cinta sono state costruite con tante pietrine raccolte sul posto, così come le piante del parco sono vere, raccolte per la strada e mantenute sempre verdi nel diorama attraverso un trattamento speciale – ha spiegato Giuseppe Visone – e questo mio impegno prossimamente verrà esposto al Museo Civico di Usseglio”. Novità di questa mostra, un aereo Mig 19 Farmer/B in scala 1:72, realizzato con scatola di montaggio da Emanuele Passalacqua, un bambino di sei anni che ha frequentato il corso di modellismo Futurmodel, modellismo in plastica 2017/2018. Il bambino, accompagnato dal papà, ha impiegato quattro lezioni per la sua prima realizzazione ed ha in programma un modello di nave di dimensione maggiore. Interessante la realizzazione del diorama “Falso Allarme” in scala 1:35, auto costruito da Gabriele Botero. “Speriamo di poter realizzare ogni anno la mostra in questa sala espositiva - ha detto il presidente Gennaro Ciotola – l’ampia sala posta nel centro storico ci permette di esporre tanti nostri modelli in un contesto importante di visibilità. Quest’anno abbiamo iniziato un percorso dedicato ai bambini, e questo ci rende propositivi e molto orgogliosi nel coinvolgimento ed insegnamento ai più piccoli e neo modellisti”.

In questo articolo: