Articolo

27 maggio 2022 Valli di Lanzo Gianni Giacomino

Negli ultimi giorni diverse persone sono state costrette a ricorrere alle cure antibiotiche

Nelle Valli di Lanzo è allarme zecche

Fenomeno amplificato dall'inverno troppo mite

Nelle Valli di Lanzo è allarme zecche
La presenza del parassita degli ungulati sta diventando un problema anche in pianura

I boschi delle Valli di Lanzo sono infestati dalle zecche. Quest’anno è ancora peggio perché l’inverno mite con il caldo umido degli ultimi giorni rappresentano un habitat ottimale per questi acari «ospitati » da ungulati come cervi, caprioli o cinghiali che li trasportano ovunque, soprattutto nelle zone boschive. Dove le zecche «saltano» sulle cute di camminatori ed escursionisti...

AAA

Questo contenuto è riservato agli abbonati al sito

Se sei già abbonato effettua il login