Articolo

17 marzo 2020 Ciriè Redazione

Lo segnala la stessa Asl To4 che invita i cittadini a fare attenzione

Ancora truffatori che si spacciano per operatori sanitari approfittando della emergenza coronavirus

Alcuni cittadini hanno denunciato di essere stati contattati da persone che si spacciano per funzionari dell'azienda sanitaria locale

Ancora truffatori che si spacciano per operatori sanitari approfittando della emergenza coronavirus

Tornano gli sciacalli approfittando dell’emergenza sanitaria per il coronavirus. Lo segnala la stessa Asl To4, che precisa: «In questa fase di emergenza sanitaria, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica (SISP) dell’ASL può sentire telefonicamente alcuni cittadini qualora siano contatti stretti di persone risultate positive al test per Coronavirus Covis-19; l’operatore, però, si identifica chiaramente, spiega le motivazioni della telefonata e, spesso, il contatto si esaurisce con la telefonata stessa. Qualora sia necessario che il SISP si rechi a domicilio di cittadini per l’effettuazione dei tamponi rino-faringei per il Covid-19, la visita è preannunciata e gli operatori, appositamente protetti con maschera facciale/occhiali, mascherina, guanti e camice monouso, si recano presso l’abitazione con auto aziendali che esibiscono il logo dell’ASL. Inoltre, gli stessi operatori sono dotati di apposita tessera ASL.

L’azienda sanitaria locale avverte pertanto i cittadini di fare attenzione a truffatori che si spacciano per operatori sanitari.

AAA