Articolo

13 luglio 2019 Venaria Reale Adriana Cesarò

Grande la partecipazione alla rassegna organizzata dal Club 296 Model Venaria Reale

"The Best", un successo per la mostra di modellismo statico

Oltre cento modelli, tra aerei, treni, carri armati, auto, moto sono stati esposti in via Mensa, a due passi dalla Reggia

Un successo la ventitreesima mostra di modellismo statico “The Best”, organizzata nel mese di giugno dai soci del Club 296 Model, e allestita nella sala espositiva di via Mensa 34 a Venaria Reale. La grande partecipazione da parte del pubblico ha dato l’approvazione della bella e interessante esposizione dei modelli. La rassegna, denominata “The Best”, ha rispettato le aspettative dei visitatori, in quanto sono state messe in esposizioni circa cento modelli, tra aerei, treni, carri armati, auto, moto e tanto altro. I più importanti e premiati sono stati esposti corredati dalle scintillanti medaglio d’oro. «Abbiamo realizzato la mostra in questa sala espositiva vicino alla Reggia per dare ancora più lustro a tutti i modelli realizzati dai soci - commenta il presidente Gennaro Ciotola - molto è legato ai corsi di modellismo che si possono osservare in mostra: tutto ciò che è stato creato in laboratorio, ma ci sono anche i modelli “The Best” che sono stati esposti e premiati alla mostra del Campionato Italiano 2018 a Chieti. Tutti i modelli sono stati esposti, insieme alle rispettive dodici medaglie d’oro. Siamo molto orgogliosi di avere avuto l’opportunità di farli vedere al grande pubblico e ai nostri concittadini». 

La mostra è stata inaugurata dal sindaco Roberto Falcone, al cospetto di tanti ospiti che hanno poi visitato l'esposizione accompagnati dal presidente Gennaro Ciotola, che ha descritto e raccontato la rappresentazione storica, di alcuni modelli. È stato esposto il top costruito negli anni dai soci modellisti, anche le opere realizzate durante i corsi di modellismo che, ogni anno sono sempre più seguiti presso la sede di via Picco 24. Una soddisfazione per i soci insegnanti che dedicano molte ore della loro giornata. Nell’arco delle due giornate della mostra, ci sono state delle piccole dimostrazioni di modellismo con i laboratori, esposti all’esterno della sala espositiva, alcuni soci si sono impegnati con lavori realizzate in legno, con dimostrazioni dell’utilizzo dell’aerografo e creazioni fatte con la carta (Papercraft o Pepakura, un nuovo metodo per creare oggetti con la carta, molto simile all’arte degli origami). Tra l’esposizione, spiccavano tre nuovi modelli, le ultime creazioni realizzate dal socio modellista Giovanni Reviglio, che ha presentato il Mas 13, che ha partecipato all’affondamento della corazzata “Wien” a Trieste, durante la prima guerra mondiale; il Mas 95 che, con il Mas 94 e Mas 96, ha partecipato alla Beffa di Buccari del 1918. Il Mas 96 è attualmente una nave museo, esposta al Vittoriale, in quanto Gabriele D’Annunzio fu un protagonista della missione, insieme a Costanzo Ciano e Luigi Rizzo; ed il Mas 223, da dove venne effettuato il primo tentativo di radio comando, eseguito da Guglielmo Marconi, al largo del Golfo di La Spezia. «Ho realizzato questi tre Mas, con la consulenza storica di esperti ma anche attraverso libri, fotografie e filmati – ha spiegato Giovanni Reviglio -  tutte le ricerche e le informazioni ricevute mi hanno aiutato a realizzare con precisione i modelli, di cui ne sono molto fiero, perché fanno parte di un periodo storico ancora molto vicino alla nostra epoca». «Le capacità e le competenze lavorative di modellista del nostro socio Giovanni Reviglio sono preziose per tutti noi modellisti e per le persone che, per la prima volta, si avvicinano al mondo del modellismo. La nostra passione non si ferma soltanto nelle forme del modello ma analizza ogni evento che ha rappresentato o rappresenta, nella vita e nella storia», ha commentato Gennaro Ciotola.

La mostra ha dato spazio al piccolo modellista venariese, Lorenzo Consiglio di 13 anni, che ha portato in visione una parte della sua collezione privata di costruzioni realizzati con i Lego, e una auto Porsche 998 Spider, che ha costruito durante l’ultimo corso di modellismo. Non poteva mancare anche una importante collaborazione con gli amici e il presidente Antonio Gualino dell’associazione venariese Fand (Associazione Italiana Diabetici) che, nel proprio stand esposto appena fuori della sala espositiva, hanno messo in funzione la loro apparecchiatura ed attrezzatura per provare, a chi lo richiedeva, la pressione arteriosa e glicemia, in modo del tutto gratuito.

Tutti gli espositori e gli ospiti intervenuti all’inaugurazione hanno ricevuto un bicchiere con inciso il nome dell’associazione, un lavoro realizzato dalla socia Betty Picardi. La mostra è stata patrocinata dal Comune di Venaria Reale, con la collaborazione della Pro loco.