Articolo

28 marzo 2019 Fiano Redazione

Bruno Bozzetto, disegnatore di fama nondiale, partecipa alla campagna con un suo disegno espressamente creato per il manifesto che verrà divulgato per le vie delle principali città italiane

"No a una Pasqua di sangue", la prima campagna di Artists United for Animals

All'associazione nazionale nata nell'Oltrestura hanno aderito personaggi come Massimo Vertmuller e Margherita Fumero

L’associazione “Artists United for Animals” è nata su iniziativa di Rosalba Nattero, cantante del gruppo LabGraal, che insieme ai musicisti dell’ensamble da anni si dedica alla difesa dei diritti degli animali

“NO A UNA PASQUA DI SANGUE!”, è la prima campagna di “Artists United for Animals”, associazione nazionale nata nel nostro territorio recentemente.

Gli artisti di Artists United for Animals hanno deciso di dedicare una delle loro prime iniziative alla campagna di sensibilizzazione che condanni l’atrocità dei circa 900.000 agnelli, cuccioli di poche settimane di vita, che ogni anno vengono strappati alle proprie madri e sgozzati al macello in occasione delle festività di Pasqua.

In questa azione sono stati aiutati dal disegnatore di fama mondiale Bruno Bozzetto, anch’egli membro dell’Albo degli Artisti animalisti dell’associazione insieme a molti altri nomi di noti intelelttuali e artisti. Bruno Bozzetto partecipa alla campagna con un suo disegno espressamente creato per il manifesto che verrà divulgato per le vie delle principali città italiane a cominciare da Torino.

Anche se l’associazione è appena nata, sono già quasi 70 gli artisti, di ogni settore, che hanno aderito. Musicisti, cantanti, giornalisti, scrittori, poeti, pittori, disegnatori, scultori, danzatori, fotografi, attori, registi, sceneggiatori, tutti uniti dal comune intento di dedicare le loro arti alla difesa dei diritti degli animali. Personaggi noti e meno noti, tutti insieme per una comune causa.

 

L’associazione “Artists United for Animals” è nata su iniziativa di Rosalba Nattero, cantante del gruppo LabGraal, che insieme ai musicisti dell’ensamble da anni si dedica alla difesa dei diritti degli animali.
L’iniziativa è stata creata con l’intento di unire artisti di tutto il mondo allo scopo di creare un
movimento che sensibilizzi sul problema della sofferenza degli animali. Dice la fondatrice Rosalba
Nattero: “Vogliamo radunare intorno a noi tutti coloro che sentono ‘visceralmente’ come noi il problema della sofferenza degli animali. Un problema che non può lasciare indifferenti e che non è accettabile. Vogliamo fare qualcosa per i nostri fratelli diversi, e intendiamo usare la nostra arte per uno scopo nobile. Chi vorrà unirsi a noi sarà il benvenuto!”

Alla Campagna “NO A UNA PASQUA DI SANGUE” partecipa anche l’associazione animalista SOS Gaia, che ha sede nell'Eco Villaggio di Dreamland, situato nel parco de La Mandria.