Articolo

29 ottobre 2018 Ciriè

Caccia all'uomo dopo il furto dei ladri, i carabinieri ne fermano uno

Cronaca nera
Secondo gli investigatori la banda potrebbe aver messo a segno diversi furti in zona. Dopo pochi chilometri, l’auto dei malviventi è finita nei campi. Due persone sono riuscite a scappare.

I carabinieri hanno arrestato un Topuzi Dritan, albanese di 24 anni, senza fissa dimora, per furto aggravato in concorso, ricettazione, possesso grimaldelli e porto di armi atti ad offendere. È stata una vera e propria caccia all'uomo quella che si è scatenata la notte scorsa a Ciriè, nella zona di via Basso, dove i militari hanno inseguito una banda di ladri che aveva appena effettuato una razzia. L'albanese e altri due complici sono stati intercettati a bordo di una Lancia Y (risultata rubata) che non si è fermata all'alt. Da quel momento si è innescato un rischiosissimo inseguimento per le vie di Ciriè. Dopo pochi chilometri, l’auto dei ladri è finita nei campi. Due persone sono riuscite a scappare. In macchina, i carabinieri hanno recuperato un cacciavite, una pistola scacciacani - revolver Olympic 38, 4 paia guanti, una torcia e due cappelli da baseball. Tutto il necessario per commettere furti e truffe. Oltre a una spilla in oro e un orologio marca Patek Philippe, rubati. Secondo gli investigatori la banda potrebbe aver messo a segno diversi furti in zona.