Articolo

14 giugno 2021 Coassolo Redazione

Madre e figlia, rispettivamente di 50 e 73 anni, di Chialamberto, erano a bordo di una Lancia Y

Con l'auto nella scarpata, due donne rimaste ferite

Entrambe sono state trasportate con l’eliambulanza al Cto: nonostante le fratture, non sono in pericolo di vita

Con l'auto nella scarpata, due donne rimaste ferite
Gli accertamenti per ricostruire la dinamica esatta dell’incidente sono affidati ai carabinieri di Lanzo e alla polizia municipale di Coassolo

Se la sono cavata con qualche frattura e delle ammaccature in diverse parti del corpo le due donne che oggi, lunedì 14 giugno, sono piombate in una scarpata con la loro auto mentre scendevano da Coassolo lungo la provinciale 22. Madre e figlia, rispettivamente di 50 e 73 anni, di Chialamberto, erano a bordo di una Lancia Y guidata dalla figlia quando, nell’affrontare una curva all’altezza di Case Brich, la macchina ha proseguito diritta senza imboccare la curva a destra.

L’utilitaria prima ha sfondato il guard rail e poi è finita in un prato sottostante precipitando per una decina di metri in un prato. Pochi minuti più tardi le due donne sono state raggiunte e soccorse dai volontari della Croce Rossa di Lanzo e dai medici e dagli infermieri del 118 e dai vigili del fuoco di Lanzo. Entrambe sono state trasportate con l’eliambulanza al Cto e, per fortuna, nonostante le fratture, non sono in pericolo di vita.

Gli accertamenti per ricostruire la dinamica esatta dell’incidente sono affidati ai carabinieri di Lanzo e alla polizia municipale di Coassolo, anche se le cause sono chiare.

AAA