Articolo

30 gennaio 2020 Ciriacese Redazione

Due malviventi sotto false spoglie hanno tentato di raggirare una pensionata di Nole

Un tecnico della Smat e un carabiniere, entrambi falsi: "Non apritegli la porta"

La donna, dopo averli fatti entrare, ha capito le intenzioni dei truffatori e ha chiamato aiuto

Un tecnico della Smat e un carabiniere, entrambi falsi: "Non apritegli la porta"
Cronaca nera
Le indagini sono affidate ora ai carabinieri della Compagnia di Venaria. Che ricordano come nessun tecnico di nessuna ditta può presentarsi nelle abitazioni private accompagnato da un carabiniere. Se così fosse è necessario chiamare subito il 112.
Attenzione ad un falso tecnico della Smat e ad un finto carabiniere in divisa che, nella zona del Ciriacese, cercano di truffare gli anziani con le solite scuse dell'acqua inquinata, di perdite e di controlli di rubinetti e docce. Perché non è vero.
Nella mattinata di oggi, giovedì 30 gennaio, i due malviventi hanno tentato di raggirare una pensionata 80enne di Nole facendole credere che c'era un guasto nella rete idrica e che era necesario chiudere l'acqua.
La donna che, in quel momento era sola in casa (probabilmente i due truffatori tenevano d'occhio i movimenti della famiglia) ha fatto salire il finto tecnico Smat e il finto militare nell'appartamento. Lì i due hanno cercato di stordirla con il peperoncino ma, per fortuna, l'80enne se n'è accorta e con il telefonino ha mincacciato di chiamare il marito. A questo punto i due – giovani e distinti che parlavano fluentemente la lingua italiana, uno di loro ha la barba – hanno deciso di andarsene. Le indagini sono affidate ora ai carabinieri della Compagnia di Venaria. Che ricordano come nessun tecnico di nessuna ditta può presentarsi nelle abitazioni private accompagnato da un carabiniere.
Se così fosse è necessario chiamare subito il 112.
AAA