Articolo

14 aprile 2019 Lanzo Redazione

La donna si trovava lungo la pista ciclopedonale che costeggia il Tesso, a Lanzo, quando un pitbull e un rottweiler si sono avventati sulla bestiola

Aggredita da due cani per difendere il suo barboncino, 60enne finisce in ospedale

Sul posto sono arrivati i carabinieri: il proprietario dei due molossi, che erano liberi ma che non avevano mai dato problemi, verranno segnalati al servizio veterinario dell'Asl

Brutta avventura, nel pomeriggio di sabato 13 aprile, per la padroncina di un barboncino che è stato assalito da un rottweiler e da un pitbull lungo la pista ciclopedonale che costeggia le rive del Tesso, a Lanzo. Tutto è avvenuto poco dopo le 17,30. La donna, una 60enne di Cafasse, stava passeggiando con il suo cangnolino quando, improvvisamente il pitbull e il rottweiler – che erano liberi – si sono avventati sulla bestiola. Per difenderla la padrona ha rimediato diverse morsicature alle mani e alle gambe, come l'uomo che è accorso in suo aiuto cercando di allontanare i due molossi. Entrambi sono stati soccorsi dai volontari della Croce Rossa e trasportati all'ospedale di Ciriè, da dove sono stati dimessi in serata dopo essere stati medicati. Lungo il Tesso sono arrivati anche i carabinieri di Lanzo - coordinati dal maresciallo Giulio Perotti - che hanno identificato e denunciato alla Procura di Ivrea l'operaio 48enne di Lanzo che è proprietario dei due cani. Che, ora, nonostante non avessero mai dato problemi, molto probabilmente verranno segnalati al servizio veterinario dell'Asl To4.