Articolo

13 ottobre 2021 Ciriacese Redazione

Sono Giuseppe Scavone di Venaria e Santo Mossucca di Caselle

In carcere i biscazzieri delle cosche calabresi

Nella Reale la bisca era nella zona dietro la Reggia

In carcere i biscazzieri delle cosche calabresi

Dieci anni fa l'inchiesta sulle infiltrazioni mafiose denominata Minotauro (nella foto il processo) svelava il sottobosco crimimale e organizzato anche nei nostri territori: dopo un decennio l'ombra della 'Ndrangheta continua ad incombere.. Le bische della ‘ndrangheta nel Torinese erano gestite da persone di Caselle e Venaria che sono state arrestate. Anzi, proprio alle spalle della Reggia, era attiva una bisca dove si giocava da tutto il Torinese. I «reggenti» delle cosche li hanno presi alcuni giorni fa dopo il pronunciamento della Cassazione. Si tratta di Natale Genovese, Santo Mossucca, 55 anni di Caselle, e Giuseppe Scavone, 44enne di Venaria.

(Il servizio completo e i dettagli sul giornale in edicola domani, giovedì 14 ottobre)

AAA