Articolo

16 giugno 2020 Oltre Stura Redazione

L'acqua e le raffiche di vento hanno sradicato diversi alberi, mentre torrenti e ruscelli sono esondati

Maltempo, il parco La Mandria chiuso ai visitatori

Aperto solo l'ingresso di Cascina Oslera: «In queste ore stiamo lavorando per ripristinare la situazione, ma dobbiamo verificare la stabilità delle piante»

Maltempo, il parco La Mandria chiuso ai visitatori

Oggi, martedì 16 giugno, il parco La Mandria è chiuso dopo il nubifragio che si è abbattuto su tutta la zona nella tarda serata di ieri sera. Sull'area verde e sulla zona di Druento (ma anche tra Leinì e Mappano) si è scaricata una quantità d'acqua e grandine impressionante che ha fatto andare in tilt torrenti e canali. All'interno del parco l'acqua e le raffiche di vento hanno sradicato diversi alberi e gonfiato torrenti e ruscelli che sono esondati. Le improvvise piene hanno danneggiato chilometri di tracciati che, di solito, vengono usati da chi cammina o da chi va in bicicletta. «In queste ore – spiega Stefania Grella, la direttrice del parco La Mandria – stiamo lavorando per ripristinare la situazione. Ora, però, dobbiamo verificare la stabilità di tutti le piante che sono rimaste in piedi e potrebbero essere pericolose». Al momento resta aperto solo l'ingresso di Cascina Oslera, ma è possibile, per i visitatori, andare solo nello spazio antistante la cascina. «Il nostro obiettivo è quello di riaprire il parco nei prossimi giorni, poco per volta - continua ancora la Grella – ma non sarà semplice perché l'area è molto vasta e dobbiamo controllare tutto».

AAA