Articolo

10 febbraio 2019 Mathi Andrea Trovato

La sfilata ha attraversato le vie e le piazze del centro storico per la gioia dei più piccini, rigorosamente in maschera

Carnevale di Mathi, un ritorno con il botto: migliaia i visitatori

Il presidente del comitato organizzatore, Marco Vottero: «Siamo molto contenti perché dopo tanti anni di pausa c’è stata davvero un’ottima risposta da parte del pubblico»

Un’attesa lunga otto anni, ma assolutamente ripagata. Migliaia le persone che, domenica 10 febbraio, hanno partecipato alla 72esima edizione del Carlevà ‘d Mathi. La manifestazione, interrotta negli ultimi anni a causa del maltempo e anche della crisi economica, è tornata alle origini: la sfilata ha attraversato le vie e le piazze del centro storico per la gioia dei più piccini, rigorosamente in maschera. Ad aprire il corteo, le maschere del paese, ovvero il Filandè e la Bela Filandera impersonati dai giovani Fabio Bori ed Elisa Sopetti. Accanto a loro, i personaggi storici dei Comuni vicini, senza dimenticare poi la banda musicale di Mathi, i ragazzi dell’oratorio, i coscritti del 2001 e poi le majorettes, gli sbandieratori, i gruppi folk, i carri allegorici e i ritmi sudamericani delle ballerine che hanno riscaldato il pomeriggio mathiese. Insomma, un ritorno riuscito. Soddisfatto il presidente del Comitato Carnevale: «Siamo molto contenti - ammette Marco Vottero - perché c’è stata davvero un’ottima risposta da parte del pubblico. Un grazie va alla Pro loco per l’importante sostegno e a tutto il direttivo del comitato. Speriamo che l’edizione 2020 sia ancora più ricca e partecipata».

Nel video, realizzato da Costantino Sergi, le interviste al Filandè e alla Bela Filandera e al presidente del Comitato Carnevale Mathiese