Documento

03 maggio 2020 Ciriacese Redazione

Il nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri consente anche di incontrare i "congiunti"

Coronavirus, da lunedì 4 maggio al via la fase-2: ecco la nuova autocertificazione

Continuano su tutto il territorio i controlli delle forze dell'ordine, che nei prossimi giorni saranno più mirati ad evitare assembramenti

Coronavirus, da lunedì 4 maggio al via la fase-2: ecco la nuova autocertificazione
Scarica il documento

Autocertificazione, c'è il nuovo modulo per la fase 2. Ecco come cambiano i controlli da domani, lunedì 4 maggio. Tra poche ore prenderà il via la cosiddetta fase-2. Nel nuovo documento, il cittadino deve dichiarare di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti, sia nazionali che regionali. Sono quindi riportati le quattro motivazioni che possono determinare lo spostamento: comprovate esigenze lavorative; assoluta urgenza; situazione di necessità; motivi di salute. Si lasciano poi sei righe in bianco in cui il cittadino può specificare la ragione dello spostamento. «Le nuove misure - si legge nella circolare - sono applicabili sull'intero territorio nazionale a partire dal 4 maggio e sono efficaci fino al 17 maggio». Da domani e per le prossime due settimane in sostanza i controlli assumono anche un nuovo compito: la tutela dei lavoratori che riprendono le loro attività, affinché questo avvenga in sicurezza. Il nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri sui movimenti consente, oltre agli «spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute» anche «gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie».

AAA