Articolo

05 luglio 2021 Valli di Lanzo Redazione

Dal Cinema a Villa Pastrone alla musica del“Puccini viucese”

Un Viaggio Lungo Un’Estate, un mese di eventi in quota per la regia di Max Chicco

Un calendario modulato sui bisogni e i gusti delle persone: il Cinema, il Teatro, la Musica e la Fotografia

Un Viaggio Lungo Un’Estate, un mese di eventi in quota per la regia di Max Chicco
Il direttore artistico della rassegna aveva già proiettato a Groscavallo nel 2020 la pellicola sull'Ipca vincitrice a New York

Dal 3 luglio al 21 agosto i Comuni della Comunità Montana Alpi Graie (Rubiana, Viù, Ceres, Lemie, Groscavallo, Traves e Usseglio) ospiteranno una rassegna culturale dal titolo evocativo: Un Viaggio Lungo Un’Estate. Realizzato mettendo in atto tutte le precauzioni ancora necessarie e sfruttando spazi aperti e opportuni distanziamenti che la normativa richiede, gli organizzatori propongono un calendario di eventi che tocca tutto il territorio dell’Unione Montana, mettendone in risalto le peculiarità di carattere paesaggistico e storico-artistico.

«Le arti che abbiamo scelto sono in un certo qual modo caratteristiche del territorio - spiega Max Chicco, regista, ideatore e direttore artistico del progetto - Il Cinema a Groscavallo per la presenza di Villa Pastrone, il famoso creatore del Cinema, a Viù la musica classica grazie alla presenza all’inizio secolo del compositore Giacomo Puccini, e cosi via. Abbiamo pensato un calendario di eventi che potessero coinvolgere non solo i turisti ma anche e soprattutto le persone che vivono il territorio».

Naturalmente coinvolte le Pro-loco e le associazioni con cui sono stati organizzati workshop di fotografia e di teatro. Daniela Majrano, Sindaco di Viù e Vice Presidente della Comunità montana Alpi Graie dichiara:«L’Unione Montana ha deciso, per la prima volta, di partecipare al bando Note & Sipari della Fondazione Crt. Ci si è resi conto che non ha più senso proporre progettualità di carattere comunale, ma che occorre lavorare in un’ottica sinergica, attraverso la quale costruire un’immagine di territorio che sa valorizzarsi, mettendo in luce le proprie peculiarità. A questo si aggiunga il fatto che il Covid ha sicuramente legato alla montagna un maggior numero di presenze, che ora è indispensabile fidelizzare. Solo un territorio vivo è in grado di essere attrattivo, e non soltanto in una prospettiva turistica, ma anche nell’ottica di un progetto di vita che riporti alla montagna chi ha trovato le condizioni e i servizi per potervi rimanere».

“Un viaggio lungo una vita” è anche un banco di prova per un reale un momento di ri-nascita. «L’aspetto culturale deve e dovrà sempre più essere il motore che potrà far muovere parte della nostra economia. La cultura produce ricchezza in tutti i sensi, abbiamo cercato di creare un progetto che potesse dar lustro ai sette Comuni coinvolti», conclude Chicco.

Il programma dei prossimi appuntamenti:

 

Un calendario modulato sui bisogni e i gusti delle persone: il Cinema, il Teatro, la Musica e la Fotografia. A Ceres, il 17 luglio, dalle 15 “Una mostra che racconta”. A Usseglio, il 25 luglio, alle 16,30 “Concerto sul Lago”. A Lemie, il 1 agosto, alle 21 “La notte delle Masche”. E poi ancora, a Groscavallo, il 7 agosto, alle 21, “Cinema a Villa Pastrone”; a Traves il 16 agosto, dalle 15 “Il Miracolo di San Rocco” e a Viù il 21 agosto dalle 15 “il ritorno di Giacomo Puccini”.

A Groscavallo, dal 7 al 12 agosto

“Estate a Villa Pastrone”, ambiziosa rassegna che, ospitata presso la dimora che appartenne al grande regista, si occuperà di cultura, intrattenimento, tutela dell’ambiente, valorizzazione del territorio, benessere e molto altro.

Il 13 e 14 agosto “Groscavallo Mountain festival - grande festa dell’agricoltura di montagna”. Due giorni con esposizione delle razze alpine caprine e bovine, mercato dei prodotti alimentari delle terre alte e dell’artigianato montano.

 
AAA