Articolo

03 novembre 2019 Ciriacese Redazione

Trenta i militari della Compagnia dei Carabinieri di Venaria Reale impegnati su tutto il territorio

Controlli nella notte di Halloween, sei le persone denunciate

Diversi i reati contestati: uso di stupefacenti, spaccio, guida in stato di ebbrezza, rapina impropria e tentata rapina

La Compagnia dei Carabinieri di Venaria Reale, la notte di Halloween, impiegando trenta militari tra le Valli di Lanzo, Ciriè, Caselle e la città della Reggia, ha deferito in stato di libertà per vari reati sei persone e segnalato al Prefetto di Torino altri sei giovani per uso di stupefacenti.

A Venaria Reale, al teatro della Concordia, dove erano presenti oltre duemila persone, i miitari hanno individuato e bloccato un pusher italiano, di 26 anni, trovato in possesso di 30 dosi di hashish, già pronte per lo spaccio. Durante la festa sono stati segnalati al Prefetto di Torino, sei ragazzi tra i 18 ed i 33 anni perché in possesso di hashish e marijuana per uso personale. Un 43enne torinese, invece, è stato deferito per guida in stato di ebrezza perché sorpreso alla guida con un tasso alcolemico ben tre volte superiore al consentito; la patente è stata ritirata ed il mezzo, sequestrato, sarà destinato alla confisca.

A Leini, un pensionato 63enne, è stato deferito in stato di libertà per “rapina impropria”, dopo che nel tardo pomeriggio al Penny Market di Via Torino, era stato sorpreso dalla vigilanza ad asportare vari generi alimentari, tuttavia riusciva a guadagnarsi la fuga aggredendo l’addetto antitaccheggio. Grazie alle varie testimonianze i carabinieri riuscivano a identificare il reo, che veniva individuato presso la propria abitazione, ed a recuperare la refurtiva.

A Nole, una donna incensurata 35enne, è stata deferita in stato di libertà per “tentata rapina aggravata” poiché mentre girovagava per le vie cittadine, chiedeva l’elemosina ad una passante che non riusciva, però, ad accontentarla non avendo al seguito del denaro. Non soddisfatta e non credendo a tale versione, la donna mostrava un coltello alla vittima per intimorirla, ma la stessa fuggiva e immediatamente allertava i carabinieri, che accorsi subito dopo individuavano e bloccavano la malfattrice che tentava di allontanarsi da Nole raggiungendo la stazione ferroviaria

Durante i posti di controllo alla circolazione stradale, sono stati deferiti un 26enne di Collegno, perché trovato in possesso di un coltello a serramanico, ed un 53enne, italiano, di Torino, perché deteneva un distintivo simile a quello in uso ai Carabinieri, una tessera di platica con il simbolo della Repubblica Italiana ed un coltello a serramanico. Durante tutto il servizio, sono state controllati 168 persone, 35 veicoli e 3 esercizi commerciali.