Articolo

09 dicembre 2016 Ciriè Dawidh Solero

Ecco gli ultras buoni dell’Esperanza. E a Ciriè ora è tifo-mania

Sport
A trarne i benefici maggiori è stata la squadra allenata da Piero Casalis che, da quando ha avuto tale sostegno, ha messo in fila un’incredibile striscia di risultati positivi, abbandonando la penultima posizione fino a scalare la classifica sino al 7° posto
E.A.M. 1973. Una sigla che, detta così, a molti non evocherà probabilmente nulla, ma che, di domenica in domenica, in tanti stanno imparando a conoscere. Stiamo parlando degli “Estranei alla Massa”, il gruppo ultrà creatosi da un paio di mesi attorno all’Esperanza, storica società calcistica fondata nel 1973 da Gennaro Galizia. Un fenomeno più unico che raro nei campi di periferia ma che ha preso sempre più piede, trasformandosi in un vero e proprio fenomeno di costume per Ciriè. A trarne i benefici maggiori è stata la squadra allenata da Piero Casalis che, da quando ha avuto tale sostegno, ha messo in fila un’incredibile striscia di risultati positivi, abbandonando la penultima posizione fino a scalare sino al 7° posto in classifica. Oltre al tifo, anche tante lodevoli iniziative, come lo striscione “No alla violenza sulle donne” della scorsa settimana al “Bastino” o la pagina Facebook “Ultrà Esperanzini”. Il tutto, contornato da un merchandising fatto di striscioni, sciarpe, magliette, cappellini e adesivi. E allegria. (Il servicio completo nel giornale in edicola)