Articolo

20 maggio 2022 Lanzo Redazione

I classici della pittura attualizzati dai ragazzi nei murales realizzati all’interno dell’istituto

L’arte per riprendersi la scuola

Da Frida Kahlo con mascherina al “Munch Crocifisso”

L’arte per riprendersi la scuola
Cultura Istruzione
L'iniziativa, che suggella il riappropriarsi da parte degli studenti degli spazi scolastici dopo due anni di pandemia, spiegata dagli stessi ragazzi

di Redazione Pon Giornalismo F. Albert Lanzo

(Alice Canato, Giorgia Riassetto, Salvatore Militti, Vanessa Barbini)

Fra i circa venti Pon attivati all’istituto superiore Albert di Lanzo “Il cammino dell’arte” è un corso che si tiene ogni martedì dalle 14,30 alle 17,30 dove alunni di più indirizzi lavorano insieme per realizzare Murales sulle pareti del 3° piano della scuola; i dipinti selezionati dai docenti sono stati desunti da opere d’arte che si affrontano nel corso del V anno di studi, reinterpretati in chiave moderna. Così, davanti alle scale si trova un ritratto della pittrice messicana Frida Kahlo: si tratta di un omaggio alla donna indipendente, sperimentatrice e rivoluzionaria che ha segnato la storia dell’arte. La figura della pittrice dalle iconiche sopracciglia è stata “attualizzata” con una mascherina chirurgica, un richiamo al periodo storico che stiamo vivendo. Procedendo, ci troviamo di fronte una fusione di due dipinti omonimi, “Gli amanti” di René Magritte e Marc Chagall. La scelta di mixare i dipinti corrisponde al voler rappresentare la complessità e le varie sfumature del sentimento amoroso.

Il primo ricorda l’impossibilità dell’amore, rappresentata dal velo, in un’attesa continuamente delusa. L’amore diventa aspirazione, desiderio, che non può mai essere raggiunto. Nel secondo, l’artista si mostra completamente arreso all’amore della moglie, esposto e fragile: qui il sentimento è rivelazione poetica. Subito a sinistra si trova, rivisitato in chiave moderna, un omaggio a Vincent Van Gogh e alla sua passione per gli autoritratti. È infatti rappresentato il pittore, in stile cartoonesco sullo sfondo e, ad accompagnarlo, i suoi amati girasoli.

Sulla parete di fronte possiamo ammirare una rappresentazione originale degli omini dell’artista Keith Haring nelle pose più giocose e divertenti, in un mix di colori e forme. Procedendo per il corridoio troviamo una riproduzione della “Balloon Girl”, graffito realizzato dall’artista Banksy a Londra nel 2002, lungo le scale del Waterloo Bridge. Nell’ala sinistra dell’istituto è poi stato realizzato “Guernica” di Pablo Picasso che rappresenta il bombardamento della città di Guernica da parte di tedeschi e italiani in aiuto a Francisco Franco.

I giovani artisti hanno deciso di arricchire un quadro, già così significativo, aggiungendo i colori e rendendolo ancora più accattivante. E ancora, un’altra opera realizzata dagli studenti riguarda il ritratto di Gerda Wegener, ispirato a quello realizzato dall’artista danese transessuale Lili Elbe quando ancora si firmava come Einar Wegener. Si tratta di una fusione tra il dipinto di Elbe, “L’Urlo” di Munch e “Tre Studi per figure alla base di una Crocifissione” di Francis Bacon. Nell’ala destra invece, altro murale in via di conclusione è “L’Albero Della Vita”, dedicato all’artista ottocentesco Gustav Klimt. L’opera rappresenta la salvezza che giunge ai pagani in vista dell’apocalisse e rappresenta alcuni temi ricorrenti nelle opere dell’artista.

 

 

AAA