Articolo

11 marzo 2022 San Carlo Tiziana Macario

Il Santo Padre ha accolto in udienza i rappresentanti dell’Anvui

Vittime dell’uranio impoverito dal Papa

La delegazione era guidata dal presidente dell’associazione, il sancarlese Vincenzo Riccio

Vittime dell’uranio impoverito dal Papa
Ambiente Solidarietà
La delegazione era composta dal legale dell’Anvui, Angelo Fiore Tartaglia, e da Jacopo Fo

Una delegazione dell’Anvui, l’Associazione Nazionale Vittime dell’Uranio Impoverito, è stata accolta in udienza privata da Papa Francesco. La delegazione, composta da vittime e familiari di vittime dell’uranio impoverito iscritte all’Anvui, guidata dal presidente dell’associazione, il sancarlese d’adozione Vincenzo Riccio, ha rappresentato al Santo Padre a nome di tutte le oltre 400 vittime e delle migliaia di ammalati, militari e civili, a causa dell’esposizione all’uranio impoverito nei territori colpiti dai bombardamenti con munizioni contenenti tale materiale durante i conflitti che hanno insanguinato il mondo negli ultimi anni, tutta la sofferenza degli ammalati, «il dolore per i lutti e lo sconcerto per l’atteggiamento da parte dello Stato che continua a negare giustizia alle vittime».

La delegazione era composta dal legale dell’Anvui, Angelo Fiore Tartaglia, e da Jacopo Fo, che ha ricordato come il governo italiano fosse al corrente dell’uso di tali letali armamenti già durante la prima guerra del Golfo.

https://www.associazionenazionalevittimeuranioimpoverito.it/

AAA