Articolo

08 aprile 2019 San Carlo Mara Bruna

L’Accademia delle Scienze di Torino ha indetto un bando solo per italiani figli di italiani

«No alla borsa di studio sovranista», la protesta del giovane ricercatore

La presa di posizione del professore Alberto Saracco

Economia e Lavoro Cultura Politica
L'ente ha annunciato l’intenzione di riesaminare il bando, che al momento risulta sospeso

È partita dal blog di matematica “Madd:Maths!”, per poi balzare agli onori della cronaca nazionale, la protesta per le due borse di studio dell’Accademia delle Scienze di Torino considerate discriminatorie. A lanciarla è Alberto Saracco, professore associato di Geometria all’Università di Parma, che ha vissuto a San Carlo dal 1990 al 1998 e ha frequentato il liceo scientifico “Galilei” di Ciriè. Il bando contestato, ora sospeso, prevedeva non solo che i candidati fossero italiani e figli di italiani ma che allegassero anche il certificato di nascita dei genitori.

(Il servizio completo sul giornale in edicola)

Argomenti