Articolo

20 settembre 2020 Volpiano Redazione

Un operaio infedele è finito nei guai, insieme a due suoi complici, per appropriazione indebita e ricettazione

Rubava bancali di legno al suo datore di lavoro e li vendeva direttamente ai clienti: denunciato

La proprietaria dell'azienda si è accorta della mancanza e si è rivolta ai carabinieri: la refurtiva è stata recuperata e riconsegnata alla proprietaria

Rubava bancali di legno al suo datore di lavoro e li vendeva direttamente ai clienti: denunciato

Rubava bancali di legno al suo datore di lavoro per rivenderli direttamente ai suoi clienti. Un operaio infedele e due suoi complici sono stati denunciati dai carabinieri per appropriazione indebita e ricettazione. È accaduto a Volpiano. La proprietaria di una ditta si è rivolta ai carabinieri della locale stazione per denunciare il furto di decine di bancali di legno dai suoi magazzini di stoccaggio dei materiali. I militari dell’Arma hanno organizzato un servizio di osservazione e hanno pedinato e poi fermato un autista, un romeno di 64 anni, uscire dall'azienda con un furgone e raggiungere due connazionali parcheggiati con un altro furgone poco distanti. L'autista ha scaricato 44 bancali di legno per sistemarli nell’altro mezzo in uso a due suoi connazionali, rispettivamente di 42 e 64 anni. I carabinieri sono interventi e li hanno fermati. I tre ladri sono stati denunciati. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla proprietaria. La banda potrebbe essere responsabile di decine di furti all’interno della ditta.

AAA