Articolo

07 maggio 2021 Ciriacese Andrea Trovato

L'impianto, che si trova nel tratto compreso tra il confine con Nole e la rotonda all'incrocio con via Battitore, sarà attivato nei prossimi giorni

Pugno duro contro i «furbetti dell'acceleratore», arriva il velox in corso Generale Dalla Chiesa

«L’obiettivo è aumentare la sicurezza, per evitare che possano ripetersi gli incidenti mortali che purtroppo abbiamo dovuto registrare negli ultimi anni»

Pugno duro contro i «furbetti dell'acceleratore», arriva il velox in corso Generale Dalla Chiesa

Non è attivo - almeno per il momento - il nuovo autovelox di corso Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, lungo la strada provinciale 2. Nei giorni scorsi sono stati posizionati i pali di sostegno per l’impianto che, su sollecitazione della Città Metropolitana, è stato posizionato nel tratto compreso tra l’incrocio con via Battitore e l’ingresso in Nole, in entrambe le direzioni, dove il limite resterà di 70 chilometri orari. In queste ultime ore si sono susseguite diverse voci in merito al funzionamento del velox, soprattutto nei vari gruppi Facebook di tutti i Comuni del circondario. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Loredana Devietti ha subito fatto chiarezza, proprio per evitare che si diffondessero informazioni errate. L’attivazione sarà preceduta da una campagna di comunicazione, attraverso tutti i canali istituzionali e la presenza del controllo di velocità sarà evidenziata con opportuna segnaletica. «I lavori per l’installazione dell’impianto autovelox su corso Generale dalla Chiesa, come richiesto da Città Metropolitana - spiega l’assessore alla Sicurezza, Fabrizio Fossati - stanno procedendo. Nei giorni scorsi sono stati posizionati i pali per il sostegno delle telecamere, mentre la messa in funzione dell’impianto avverrà solo prossimamente e sarà preceduta da un’adeguata campagna informativa. Una particolare attenzione, infatti, è stata posta nella segnalazione dell’impianto che sarà sia verticale che orizzontale, in modo che risultino molto chiari i limiti e la rilevazione della velocità dei veicoli. L’installazione è stata realizzata su richiesta dell’ex Provincia che, a seguito delle valutazioni che effettua sulle strade del territorio, ha definito questo tratto particolarmente critico a causa della velocità sostenuta con cui viene percorso, come testimoniano alcuni incidenti gravi anche recenti. L’obiettivo è quello di attirare l’attenzione degli automobilisti ad una maggiore prudenza, per evitare che possano ripetersi gli incidenti mortali che purtroppo abbiamo dovuto registrare negli ultimi anni.

(Il servizio completo sul giornale in edicola)

AAA

Argomenti