Articolo

07 maggio 2019 Ciriè Antonello Micali

L’artista Elena Givone ha realizzato le sue foto nei reparti di ostetricia del Sant’ Anna e a Ciriè

Nella tenerezza degli scatti ai neonati il monito contro la violenza assistita dai minori

La mostra è curata da Legal@rte, sodalizio nato in seno alla Polizia di Stato per promuovere la legalità attraverso l’arte

Nella tenerezza degli scatti ai neonati il monito contro la violenza assistita dai minori
“Profumo di Vita #nel diritto dal bambino” è il titolo dell'esposizione a Villa Remmet dall'11 al 19 maggio. L'inaugurazione il 10

Dopo l’esordio a Torino e la tappa a Caselle alla fine dell’anno scorso, tocca anche Ciriè l’importante mostra fotografica “Profumo di vita #neldirittodelbambino”, promossa dal Comune, dall’Asl TO4 e realizzata dall’associazione Legal@rte, sodalizio nato all’interno della Polizia di Stato con il fine di associare ai temi dei diritti, della bellezza e dell’arte il concetto di legalità. Nel 2016 con l’esposizione Binario 18 (progetto al quale chi scrive è orgoglioso di aver collaborato, nda) sulle vecchie e nuove immigrazioni si è guadagnata il riconoscimento della Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica: quest’ultima mostra, che sarà visitabile dall’11 al 19 maggio a Villa Remmert, si occupa invece di indagare attraverso i meravigliosi e delicati scatti di Elena Givone un tema preoccupante e attuale come quello della violenza assistita da parte dei minori. L’inaugurazione dell’esposizione avverrà venerdì 10 maggio, alle 17, con gli interventi del sindaco Loredana Devietti, dell’assessore alla Sanità Andrea Sala e di Roberta Di Chiara, Presidente dell’Associazione Legal@arte, ai quali faranno seguito la conferenza del dottor Adalberto Brach del Prever, direttore della Struttura Complessa di Pediatria-Nido dell’Ospedale di Cirié, e gli interventi del collega Mario Gallo, direttore del reparto di Ostetricia e Ginecologia, e della dottoressa Rossana Bazzano, responsabile servizio sociale presso gli Ospedali di Ciriè e Lanzo. Il tema viene affrontato dall’artista Elena Givone con opere fotografiche sui primissimi giorni di vita del bambino, «che volgono al meglio un momento magico e irripetibile: il sonno profondo dei neonati nelle classiche pose fetali».

(Il servizio completo sul giornale in edicola giovedì 9 maggio)

AAA