Articolo

21 agosto 2020 Cuorgnè Redazione

La ragazza si è allontanata dopo un litigio con la mamma che le aveva tolto il telefono

Sedicenne scomparsa da lunedì, l'appello del papà

Ore di ansia in Canavese: «Aiutateci, nostra figlia non è mai uscita da sola»

Sedicenne scomparsa da lunedì, l'appello del papà
Intanto sono in corso le indagini dei carabinieri della locale caserma, presso cui è stata depositata regolare denuncia di scomparsa
Sono ore di ansia a Cuorgnè, a casa Mazzouz, una famiglia originaria del Marocco, in Italia da più di vent'anni e con cinque figli, per la scomparsa da ormai oltre tre giorni della figlioletta Sofia: la ragazza, che ha sedici anni e frequenta la seconda classe superiore in un istituto della città canavesana, è uscita di casa senza farvi più ritorno lunedì con 20 euro in tasca, senza telefono - perché la sera prima le era stato tolto dalla mamma -  e dopo aver scritto su Instagram " mamma ti voglio bene" . Insomma, abbastanza per gettare nell'angoscia qualunque genitore. 
L'unica speranza in cui confidano è che si trovi con qualche amico o amico che si prende cura di lei. "C'era stato un piccolo litigio, è vero -  confida il genitore -  ma nulla di particolare. Cose normali quando si educa un figlio". Intanto sono in corso le indagini dei carabinieri della locale caserma, presso cui è stata depositata regolare denuncia di scomparsa. Le vie di Cuorgnè iniziano ad essere tappezzate con la foto della ragazza. 
"Abbiamo chiesto a tutti i suoi amici e alla rete delle amicizie della scuola attraverso Whatsappe  altri social, ma niente... Chiunque la vedesse, ci telefoni o avverta i carabinieri di Cuorgnè - conclude papà Moostafà - anche solo per dire che sta bene e darci informazioni. Siamo preoccupatissimi».
Per le segnalazioni del caso al papà della giovane: 348 5577716
AAA