Articolo

10 settembre 2020 Coassolo Gianni Giacomino

Il campione di San Pietro di Coassolo ha sostenuto la prova da "motorista" all'istituto Birago di Torino

La maturità di Celestino Vietti: «Ero più teso all'esame che quando devo correre»

Il portacolori dello Sky Racing Team-VR 46 sarà protagonista nel fine settimana sul circuito di Misano, nella categoria Moto3

La maturità di Celestino Vietti: «Ero più teso all'esame che quando devo correre»

Il maturando Celestino Vietti Ramus – promessa del motociclismo italiano e fresco vincitore del Gran Premio di Stiria di Moto3 – non lo nasconde: «Ero più teso stamattina che quando devo correre». Il 19enne di Coassolo ha sostenuto l’esame di maturità da “motorista” all’istituto Birago di Torino.  È visibilmente più sollevato di quando è entrato in classe ieri mattina, mercoledì 9 settembre. «Mi sono tolto un bel peso, anche perché ci pensavo spesso a questo esame – sorride Celestino – per me era comunque un traguardo importante, speriamo sia andata bene». Ovviamente per il corridore di San Pietro di Coassolo i motori hanno pochi segreti, infatti ammette: «I miei due punti deboli sono storia e italiano che ho dato insieme a inglese e matematica, speriamo sia andata». Con lui c’è la mamma Elvira, che ha convinto il ragazzo a tenere duro e a sostenere l’esame. Una tappa importante del 19enne, ottenuta anche con sacrifici quando faceva la spola tra Piemonte e Romagna dove oggi abita per motivi logistici e per essere vicino allo Sky Racing Team VR46, per il quale corre. «In questo periodo mi svegliavo alle 8, facevo corsa e palestra, pranzavo, poi di nuovo palestra quindi tornavo a casa per studiare fino a cena e poi telefonavo a mia madre per chiedere se potevo giocare un po’ alla play», ride «Celin», come lo chiamano gli amici. Che, però, non si scorda di ringraziare i professori: «Siamo sempre stati in contatto e mi hanno dato davvero una grande mano, anche perché per me, con la vita che faccio, è praticamente impossibile frequentare regolarmente la scuola. Ce l’ho fatta fino in terza, poi è stato tutto più complicato». Aspettando gli esiti dell’esame, Vietti Ramus si sta preparando il Gran Premio di San Marino sulla pista di Misano, che si correrà nel fine settimana. E sa molto bene che tutti gli occhi saranno puntati su di lui dopo la prima vittoria ottenuta in Austria. Il campioncino valligiano è tifoso della Juventus e spera che dal Barcellona arrivi il bomber Suarez. E, alla domanda di un cronista, se è più facile che lui vinca un mondiale o la Juve la Champions? «Ora come ora che la Juve vinca la Champions».

AAA