Articolo

20 ottobre 2019 Valli di Lanzo Redazione

I carabinieri stanno cercando di capire se l'uomo incappucciato che è stato filmato è lo stesso che ha appiccato il fuoco a Ceres, Balme e ad Ala di Stura

Incendi nelle Valli di Lanzo: l'immagine del piromane catturata dalle telecamere

Nelle riprese si vede una persona che indossa una tuta con un cappuccio che gli copre la faccia e che nella mano sinistra tiene una torcia

Cronaca nera

Indossa una tuta con un cappuccio che gli copre la faccia e nella mano sinistra tiene una torcia. Ecco l'immagine del piromane catturata dalle telecamere poco prima dell'una dell'altra notte. Una sagoma che, qualche istante dopo, tenterà di incendiare con della benzina un fienile-deposito in località Chiamorio di Ceres, poco prima di Cantoira. Il paese dove, proprio ieri sera - sabato 19 ottobre - si sono ritrovate a cena circa 500 persone per raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione della seggiovia di Ala di Stura, distrutta da un rogo un mese e mezzo fa. L'uomo incappucciato che è stato filmato dalle telecamere è lo stesso che ha appiccato il fuoco alla Trattoria dei Passeggeri di Braccchiello di Ceres, all'albergo ristorante «Camussot» di Balme e agli impianti Ala di Stura? Oppure non c'entra nulla? Sono questi due gli interrogativi che stanno cercando di sciogliere i carabinieri di Ceres e del nucleo operativo di Venaria Reale. In queste ore i militari hanno acquisito dei filmati di altre videocamere e hanno una sola certezza: la persona che attarversa il bosco e poi appicca il fuoco con una tanica di benzina non arriva da molto lontano, altrimenti non si muoverebbe con tanta sicurezza in mezzo alla boscaglia, nel buio della notte.