Articolo

25 luglio 2019 Ciriè Redazione

Selfie, sorrisi e sberleffi all’uscita del tribunale e poi un video con gli insulti ai carabinieri

Lo sfregio dei bulli "rieducati”

Il caso che li aveva messi nei guai è quello delle botte e del panino infarcito di escrementi fatto mangiare ad un loro compagno

Cronaca nera
Il filmato realizzato è ora in possesso dei carabinieri per gli accertamenti del caso

Foto e  video in rete e annessi post dove, tra un selfie e uno sberleffo in tribunale, i bulli si prenderebbero gioco del provvedimento che gli era stato inflitto (tre anni di lavori socialmente utili), a conclusione di un complesso e delicato percorso giudiziario (e rieducativo) che era iniziato tre anni fa, per un caso gravissimo di bullismo, appunto, accaduto nel Ciriacese: tali minori avevano picchiato un loro compagno di scuola e poi gli avevano fatto magiare un panino infarcito di escrementi. Un caso che aveva suscitato sbigottimento e indignazione. Ma la conclusione dell’iter giudiziario - che comprendeva oltre alle delicate indagini previste in ambito di reati minorili, percorsi di rieducazione- non sembra (al momento) aver raggiunto l’obiettivo auspicato.

Il servizio completo sul giornale oggi in edicola