Articolo

20 dicembre 2019 Leinì Redazione

Le indagini degli inquirenti verterebbero sull'ipotesi di una omesso controllo durante il riposino pomeridiano

Bimba morta dopo l'infarto all'asilo: le ragioni dell'inchiesta della magistratura

È stata disposta l'autopsia. Centinaia le testimonianze di affetto e solidarietà alla famiglia della sfortunata piccina

Bimba morta dopo l'infarto all'asilo: le ragioni dell'inchiesta della magistratura

La bimba di due anni deceduta ieri pomeriggio in ospedale  a Ciriè dopo essere stata trasportata d'urgenza dall'asilo nido a Leini dove si è verificata la tragedia, soffriva di crisi epilettiche, parrebbe dalla nascita, fatto che sarebbe stato noto agli insegnanti della scuola e per le quali portava con sè un apposito farmaco.

Le indagini degli inquirenti coordinate dal pm Gallo di Ivrea - naturalmente dovute - verterebbero pertanto soprattutto sull'ipotesi di una omesso controllo durante il riposino pomeridiano, durante il quale la piccola si sarebbe sentita male. Quando a scuola si sono accorti - riferiscono le prime ricostruzioni -  che qualcosa non andava la babina era già cianotica e in arresto cardiaco. Per questo gli investigatori non escludono che le cause della morte possano essere direttamente riferibili alla presunta crisi subita dalla bimba - avvenuta in precedenza - della quale nessuno si sarebbe però accorto. Per questo la magistratura ha aperto un'inchiesta e disposto l'autopsia.

Intanto in queste ore di grande dolore per una notizia che lasciato tutti sgomenti, sono state centinaia le testimonianze di affetto e solidarietà alla famiglia della sfortunata piccina.

AAA