Articolo

25 settembre 2019 Ciriè Cinzia Fontana

Una giornata in mezzo alle auto da corsa e ai piloti professionisti

"Campioni per un giorno" su auto rombanti, la gioia dei piccoli pazienti di Ciriè e del Regina Margherita

L'11esima edizione dell'iniziativa si è svolta al kartodromo del Club Des Miles a Moncalieri

L'evento, dedicato a Federico Bracotti che lo aveva ideato ed è scomparso nel 2012, è stato promosso dal dottor Adalberto Brach del Prever, direttore della Pediatria di Ciriè e dal dottor Roberto Laudati, ematologo del Regina Margherita

Grande emozione domenica scorsa per i piccoli ospiti del reparto di Pediatria di Ciriè e di Oncoematologia del Regina Margherita di Torino che hanno potuto salire su rombanti bolidi da corsa accanto a piloti professionisti nell'ambito dell'11ª edizione di “Campioni per un giorno” al kartodromo Club Des Miles di Moncalieri .

L'evento, dedicato a Federico Bracotti che lo aveva ideato ed è scomparso nel 2012, è stato promosso dal dottor Adalberto Brach del Prever, direttore della Pediatria di Ciriè e dal dottor Roberto Laudati, ematologo del Regina Margherita.

Speaker dell'evento Massimo Grosso che anche quest'anno ha trasmesso con la sua voce straordinarie emozioni.

Immancabili i volontari della onlus Ospedale Dolce Casa e i Wolontari Clown che hanno coinvolto i bambini anche in attività ludico-ricreative e infine in una dolce merenda offerta a tutti da Ospedale Dolce Casa.

«Obiettivo della manifestazione -ribadisce Brach del Prever- è contribuire al pieno recupero del bambino sia fisico che psicologico e sociale. È una grande spinta emotiva per il bambino accorgersi che c'è tanta gente disposta ad aiutare chi ha bisogno. Il mondo delle auto da corsa non è mai rimasto sordo a questi inviti e “Campioni per un giorno” ne è la dimostrazione. Ringraziamo i piccoli campioni che con i loro sorrisi hanno contraddistinto il pomeriggio di festa, i piloti per la loro sensibilità nell'accogliere a bordo delle loro auto i piccoli pazienti e -conclude Brach del Prever- alla Protezione civile e alla Croce Rossa per il servizio volontario che ha permesso di svolgere la manifestazione in totale sicurezza».

Argomenti