Articolo

17 gennaio 2021 Usseglio Redazione

Decisivo l'intervento dei volontari del Soccorso Alpino di Usseglio, che hanno liberato i due rimasti bloccati nella neve per oltre tre ore

Scivolano lungo la strada verso il lago di Malciaussia, salvati due escursionisti

I malcapitati sono caduti per un centinaio di metri lungo il pendio, finendo poi nelle acque del torrente Stura a rischio ipotermia

Scivolano lungo la strada verso il lago di Malciaussia, salvati due escursionisti

Intervento difficile ieri sera, sabato 16 gennaio, per i volontari del Soccorso Alpino di Usseglio che hanno soccorso due escursionisti infortunati a circa un chilometro dal lago di Malciaussia.

L’intervento iniziato alle 20 è terminato a mezzanotte ed ha impiegato una ventina di volontari che hanno soccorso e trasportato fino alla più vicina frazione raggiungibile in ambulanza i malcapitati. La strada che conduce al lago di Malciaussia, già normalmente percorsa da slavine, in questo periodo causa delle forti gelate e del vento forte presenta pendii di forte acclività e ghiaccio. Gli escursionisti sono scivolati per un centinaio di metri lungo il pendio dal livello della strada fino a raggiungere il torrente Stura restando immobili nella neve per circa tre ore a rischio di ipotermia ad una temperatura prossima allo zero. I volontari - con imbragature e corde - sono riusciti a far risalire il pendio per poi scendere con gli sci e barella a valle fino alla frazione Margone, dove l’ambulanza a sua volta li ha trasportati ad Usseglio e l’elisoccorso, con base nel campo sportivo, li ha portati in ospedale. 

Sul posto, oltre ai volontari della stazione del Soccorso Alpino di Usseglio, anche quelli della Croce Rossa di Viù ed il personale sanitario dell’elisoccorso.

AAA