Articolo

25 luglio 2022 Valli di Lanzo Redazione

Meno erba in montagna, produzione di latte già calata del 20%

«Anche i pascoli delle valli torinesi iniziano a patire la sete», l'allarme di Coldiretti

Il ritorno anticipato in pianura comporta il rischio che molti allevatori siano costretti a vendere capi a fronte dei costi per il mantenimento in stalla

«Anche i pascoli delle valli torinesi iniziano a patire la sete», l'allarme di Coldiretti

I pascoli delle valli del Torinese, ivi comprese quelli delle nostre valli di Lanzo, sono in ginocchio a causa della siccitò.

La perdita di erba in montagna è già alla base del decremento di produzione di latte di circa il 20%. Il latte prodotto nelle valli torinesi, dalla val Pellice fino ad arrivare alla val Chiusella e alla bassa valle Dora Baltea, è utilizzato per i formaggi più pregiati tra cui...

AAA

Questo contenuto è riservato agli abbonati al sito

Se sei già abbonato effettua il login