Filmato

30 maggio 2019 Venaria Reale Andrea Trovato

Dopo le dimissioni di tre consiglieri del Movimento 5 Stelle, cambia lo scenario politico cittadino

Venaria, crisi in maggioranza. Il sindaco Falcone: «Non mi dimetto» - VIDEO

Il primo cittadino apre all'opposizione: «Le nostre porte sono aperte a tutti coloro che hanno a cuore il bene della città»

«Non mi dimetto». Esordisce così Roberto Falcone, il sindaco della Reale, che dopo le dimissioni di tre consiglieri della sua maggioranza a 5 Stelle e l'annuncio del presidente del Consiglio comunale, Andrea Accorsi, di voler lasciare l'incarico per andare a costituire un gruppo a parte, deve ora fare i conti con i numeri in aula. «La situazione è chiara - annuncia il primo cittadino venariese al termine della conferenza stampa convocata giovedì 30 maggio in municipio (video realizzato da Costantino Sergi) - con 12 consiglieri del Movimento 5 Stelle, 10 all'opposizione e 1 nel gruppo misto esiste ancora una maggioranza. Regolamento e Statuto ci consentono di andare avanti. Le beghe interne che in questi anni hanno massacrato il gruppo consiliare fanno solo perdere tempo ed energie». Al posto dei dimissionari Luca Stasi, Rosa Antico e Giovanni Battafarano entrerà l'ultimo candidato del Movimento 5 Stelle rimasto fuori: si tratta di Matteo Bottari. Accanto al sindaco, al tavolo c'era anche il capogruppo pentastellato in Consiglio comunale, Guido Ruento: «Ripartiamo con fiducia - termina l'esponente del M5S - per finire ciò che abbiamo impostato e per presidiare le azioni in corso, che sono tante e fatte sempre e solo guardando al bene della città».

(I servizi completi sul giornale in edicola giovedì 6 giugno)