Articolo

07 aprile 2022 Alto canavese Redazione

Gianfranco Fiore, 53 anni, era residente a Rocca Canavese

Scontro stradale a Levone, la vittima è il segretario della Lega Ciriè-Valli di Lanzo

Il cordoglio del Carroccio canavesano

Scontro stradale a Levone, la vittima è il segretario della Lega Ciriè-Valli di Lanzo
Cronaca nera Politica
Il mondo del Carroccio locale è in lutto per la morte di uno dei suoi esponenti più attivi. Gianfranco Fiore, 53 anni, residente a Rocca Canavese e segretario della Lega per Salvini Ciriè Valli di Lanzo: è la persona deceduta oggi poco prima dell'una in un incidente stradale verificatosi a Levone, lungo la provinciale numero 23, che ha coinvolto due automobili.
 
Il sinistro mortale è ora al vaglio dei carabinieri di Rivara. Secondo le prime ricostruzioni, poco prima dell'una si sono scontrate una Jeep Wrangler e una Fiat Panda, la prima è finita in mezzo ai prati, la seconda si è ribaltata. Fiore, attivista leghista della prima ora, aveva anche ricoperto il ruolo di consigliere comunale e di assessore alla Sicurezza, sempre a Rocca, era a bordo di quest'ultima vettura.
 
Nei pressi della provinciale sono atterrati l'elicottero del 118 e quello dei vigili del fuoco mentre il traffico, per permettere l'arrivo dei soccorritori e i rilievi per stabilire la dinamica dell'incidente, è stato regolato dai militari dell'Arma.
 
 
A Fiore si attribuisce il merito di aver contribuito significativamente a ricostituire la base leghista del territorio, puntando sui giovani del Carroccio locale, dopo la "l'azzeramento" nel panorama politico della zona nel 2014, che aveva portato alla sparizione dal Consiglio comunale di Ciriè, una delle prime cittadine governate dalla Lega nel Nord Italia nei primi anni '90, di tutti gli esponenti leghisti.
 
Lo ricordano così i vertici canavesani della Lega: "La scomparsa improvvisa di Gianfranco Fiore ha gettato i militanti canavesani della Lega nella più profonda costernazione. Tutti gli iscritti e i simpatizzanti si stringono attorno ai suoi familiari in questo momento di grande dolore. Gianfranco era un punto di riferimento per il partito nel Ciriacese e nelle valli di Lanzo, la sua scomparsa rappresenta una grande perdita, umana e professionale – dichiarano il commissario provinciale e senatore  Cesare Pianasso e il consigliere regionale Mauro Fava – Militante di lunga data, abbiamo condiviso con lui tanti momenti, tante esperienze, che ora serberemo nei nostri ricordi. Era sempre il primo a mettersi in moto quando c’era da organizzare un evento o una trasferta, a Pontida come in occasione delle varie manifestazioni a Roma, con grande cuore e una grande passione, immutata negli anni. In questo momento di grande commozione e dolore, rivolgiamo le nostre più sentite condoglianze alla moglie Cinzia e ai figli Matilda e Luca".
 
“A Gianfranco non mi legava solo la vicinanza politica, ma una vera amicizia – aggiunge ancora il senatore Pianasso – Era uno di quegli amici su cui sapevo sempre di poter contare. Una persona rara, che lascerà un grande vuoto in tutti quelli che lo conoscevano e gli volevano bene. Ciao Fiore, ci mancherai”-

 

AAA