Articolo

29 settembre 2020 Barbania

Le esequie di Claudio Baima Poma si sono tenuti alla presenza dei parenti più stretti

Funerale segreto a Torino per l'uomo che ha ucciso il figlioletto a Rivara prima di suicidarsi

Insulti sui manifesti funebri per il "papà assassino", la censura del sindaco di Rivara: «Rispetto per tutte le vittime di questa tragedia»

Funerale segreto a Torino per l'uomo che ha ucciso il figlioletto a Rivara prima di suicidarsi
Venerdì si erano invece tenuti a Rivara, in un clima di grande partecipazione emotiva, nel parco del Comune, celebrati da don Riccardo Florio, i funerali del piccolo Andrea: centinaia le persone presenti alla messa, tra cui tanti ragazzini,

Solo i parenti più stretti per le esequie del padre che si sono svolte in gran segreto lunedì mattina a Torino; poi Claudio Baima Poma, 47 anni, l’operaio che domenica scorsa a Rivara ha ucciso il figlio di 11 anni, Andrea, e poi si è tolto la vita, è poi stato sepolto nella tomba di famiglia a Barbania, Comune d’origine della mamma dell'uomo. Nei giorni precedenti erano anche comparsi delle scritte di biasimo  sui manifesti funebri e d alcuni sono stati strappati. Fatto stigmatizzato dal sindaco di Rivara, Roberto Andriollo, che ha chiesto rispetto nei confronti di una tragedia che ha fortemente colpito anche i familiari del papà suicida-omicida, a cominciare da quei nonni che erano legatissimi oltreché al figlio, al nipotino.

Venerdì si erano invece tenuti a Rivara, in un clima di grande partecipazione emotiva, nel parco del Comune, celebrati da don Riccardo Florio, i funerali (nella foto la veglia dei giorni precedenti) del piccolo Andrea: centinaia le persone presenti alla messa, tra cui tanti ragazzini, che si sono stretti intorno al dolore della mamma del ragazzino, Iris Pezzetti

AAA