Articolo

09 ottobre 2020 Caselle Stefano Tubia

50 fotografie di Salvatore Giglio raccontano la bandiera bianconera

“Un Uomo, un Capitano, un Campione”, a Caselle la mostra dedicata a Gaetano Scirea

Esposte anche alcune maglie indossate durante la carriera

“Un Uomo, un Capitano, un Campione”, a Caselle la mostra dedicata a Gaetano Scirea
Prima pagina

Si intitola “Un Uomo, un Capitano, un Campione”, la mostra dedicata a Gaetano Scirea, bandiera della Juventus e della nazionale di calcio campione del mondo nel 1982. A Caselle, al salone Cem di via Basilio Bona, 50 fotografie di Salvatore Giglio, fotoreporter che ha seguito i bianconeri in tutto il mondo, raccontano il campione morto 31 anni fa in un incidente automobilistico a Babsk (Polonia), di ritorno dalla partita di un imminente avversario in Coppa Uefa della Juventus di cui era allenatore in seconda. In mostra sono esposte anche alcune maglie originali indossate da Scirea.

La mostra è stata voluta dal Lions Club Caselle T.se Airport, e realizzata con la collaborazione del Comune e del Caselle Calcio.

«La nostra era una vita semplice – ha sottolineato Mariella Scirea, presente all’inaugurazione della mostra avvenuta giovedì 1 ottobre – Aveva una sensibilità indescrivibile». «Fotografare la semplicità non è facile – ha spiegato Salvatore Giglio - ma con lui era naturale. Gaetano era di tutti: è la sua forza che ci ha lasciato in eredità». Ha aggiunto Bettega: «Siamo stati compagni di camera per molti anni: era più giovane, ma è lui che ha insegnato a me come si diventa un grande giocatore».

Apertura fino al 18 ottobre, dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 18,30, il sabato e la domenica anche dalle 10 alle 12 e dalle 20,30 alle 22,30. Ingresso gratuito.

AAA